La costellazione di Perseo è solo parzialmente circumpolare; tuttavia, ad eccezione dei mesi centrali della primavera, è sempre presente ed osservabile nel cielo italiano. Da qui irradia, nel mese di agosto, il famoso sciame meteorico noto come Perseidi, che causa la cosiddetta pioggia di stelle cadenti del 10 agosto.

COME INDIVIDUARE PERSEO

Perseo si può individuare con facilità a partire da Cassiopea, grazie all’allineamento delle sue stelle γ e δ: collegandole e proseguendo all’incirca nella stessa di rezione, si raggiunge un gruppo di stelle più o meno luminose, fra le quali spicca la α Persei, nota come Mirphak.

Queste stelle, ad eccezione di Mirphak, appartengono ad un’unica grande associazione stellare, nota come Associazione di Perseo. Il resto della costellazione si estende verso sud, e sarà descritta nei moduli stagionali. Il periodo più favorevole alla sua osservazione è quello che va da ottobre a marzo, quando è ben visibile per intero anche nelle ore della prima serata.