L’estate è la stagione che probabilmente più di tutte invoglia all’osservazione del cielo: le notti sono calde, poco ventose, spesso serene e limpide, anche se a volte un po ‘ umide. L’estate è anche una stagione propizia per iniziare a riconoscere le stelle: infatti nelle serate estive sono presenti figure caratteristiche molto semplici da individuare, nonché alcune stelle molto luminose, che facilitano l’individuazione delle principali costellazioni.

Il Grande Carro appare visibile in direzione nord-nord-ovest, col timone verso l’alto; una volta individuata in cielo, magari con l’aiuto di una bussola, si rintraccia con facilità la Stella Polare, il riferimento più sicuro per conoscere i punti cardinali.

L’osservazione iniziale si svolge nella parte alta della volta celeste, dove, in notti limpide, è ben osservabile la scia luminosa della Via Lattea.

Spiegheremo in seguito come riconoscere i principali gruppi di costellazioni, secondo un ordine logico. Sarebbe pertanto preferibile seguire tale ordine specialmente se si è agli inizi. Se si è già iniziato a scoprire le stelle in altre stagioni, è bene controllare che in altre stagioni le costellazioni non abbiano delle aggiunte, a causa della diversa visibilità.

I PRINCIPALI PERCORSI DA INDIVIDUARE IN ESTATE

In Estate, è possibile seguire diversi percorsi da individuare in cielo. I principali sono questi:

  1. Il Triangolo Estivo
  2. Il Boote e dintorni
  3. Verso il centro della Via Lattea
  4. Verso oriente

Li vedremo prossimamente.