La costellazione del Sagittario si e stende ad est dello Scorpione; è famosa presso gli astronomi perché in questa direzione cade il centro della Via Lattea, la quale pertanto raggiunge qui il massimo della luminosità. Anche il Sagittario è una costellazione dell’emisfero sud, pertanto non si presenta mai molto alta sull’orizzonte italiano e per poterla osservare discretamente è opportuno avere l’orizzonte meridionale privo di ostacoli.

LA FORMA DEL SAGITTARIO
La caratteristica più evidente di questa costellazione è un gruppo di otto stelle disposte a formare un asterismo noto come Teiera: la si può infatti immaginare come una teiera sul fuoco, dal cui becco esce il vapore, rappresentato dalla Via Lattea.

COME INDIVIDUARE IL SAGITTARIO NEL CIELO
Il resto della costellazione si estende soprattutto ad est di questo asterismo; le stelle μ, λ, δ, ε, e η Sagittarii possiedono un andamento zig-zagante che ricorda bene l’idea di un arco, mentre la freccia è rappresentata dalla stella γ, chiamata anche Al Nasl.
Un semplice binocolo è sufficiente per individuare un gran numero di oggetti celesti, compresi fra questa costellazione ed il vicino Scorpione.