Sebbene questa non sia, alle latitudini italiane, una costellazione completamente circumpolare, inseriamo i Cani da Caccia tra le costellazioni circumpolari perché scende al massimo pochi gradi sotto l’orizzonte, ed è dunque visibile praticamente in tutte le notti (tranne, magari in alcune sere di metà autunno).

LA COSTELLAZIONE DEI CANI DA CACCIA

Quella dei Cani da caccia (in latino Canes Venatici, abbreviato CVn; nota talvolta anche come I Levrieri) è una costellazione di piccole di mensioni, più conosciuta per le galassie in essa osservabili, che per le sue stelle, in realtà poche e non molto brillanti. La costellazione venne infatti formata nel1687 dall’astronomo polacco Johannes Hevelius, con stelle che in precedenza era state considerate facenti parte della costellazione dell’Orsa Maggiore.

I Cani da Caccia rappresentano due cani che la costellazione del Boote tiene al guinzaglio e che tentando di azzannare le zampe dell’Orsa Maggiore. Il cane che si trova in posizione più a Sud è formato dalle due stelle più luminose della costellazione dei Cani da Caccia, Alfa e Beta.