Il benessere di un individuo è composto da tante piccole parti che vanno a toccare sia l’aspetto esteriore che quello interiore di una persona. Il benessere, infatti, oltre ad essere identificabile come un buono stato di salute fisica, dipende molto anche dalle condizioni psicologiche dell’individuo.

Una ricerca dimostra come anche l’accettazione del proprio orientamento sessuale sia una componente fondamentale del benessere.

Si tratta di uno studio realizzato dalla Boston University che mette in relazione l’accettazione e la comunicazione del proprio orientamento sessuale da parte di persone omosessuali con il loro stato di salute psicologica e del loro rapporto con la società.

Su 5658 persone intervistate, il 75% aveva già fatto quello che si chiama il coming out, ossia la dichiarazione pubblica del proprio orientamento sessuale. Tra questi è stata fatta una differenziazione tra chi aveva ricevuto sostegno e comprensione da parte dei propri cari e chi, purtroppo, si è visto rifiutato.

Gli studiosi hanno dimostrato che coloro che non hanno ricevuto sostegno, siano essi donne o uomini, hanno delle probabilità fino a sette volte maggiori di soffrire di depressione o di cadere vittime di dipendenze da alcool e droghe.

Chi, invece, ha trovato un clima favorevole, o comunque di comprensione, riesce ad essere più equilibrato e a trovare il giusto equilibrio psicologico.