Quante ore bisogna dormire? Questa domanda trova risposte provenienti da diverse scuole di pensiero: gli americani sostengono che il numero ideale sia otto, ma alcuni dicono che sette ore sia il tempo più corretto da dedicare al sonno, perché un numero maggiore causerebbe al contrario danni alla salute (dormire poco causa depressione).

Secondo Shawn Youngstedt, ricercatore dell’Università dell’Arizona a Phoenix che studia gli effetti dell’eccessivo dormire, 7 ore di sonno farebbero diminuire il tasso di mortalità e la possibilità di ammalarsi, mentre dormirne 8 sarebbe invece rischioso.

In uno studio pubblicato l’anno scorso sulla rivista Frontiers in Human Neuroscience, ad esempio, i ricercatori hanno analizzatole le abitudini legate al sonno di circa 160mila persone che si sono sottoposte a test di memoria spaziale e coordinamento e altre circa 127mila che hanno invece eseguito prove di aritmetica. La performance cognitiva aumentava con l’aumento del sonno, e raggiungeva il picco al raggiungimento di 7 ore, dopodiché cominciava a declinare (scopri cosa causa il mal di testa al risveglio).

In tempi di bassa crescita economica e spesa sanitaria sempre meno sostenibile, anche i Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie sta aiutando a finanziare specialisti e ricercatori per sviluppare nuove raccomandazioni entro il 2015 (privazione del sonno per curare depressione).

photo credit: martinak15 via photopin cc