L’olio di oliva è l’elemento alla base della dieta mediterranea che tantissimi studi, nazionali ed internazionali, hanno dimostrato essere la migliore in assoluto per la salvaguardia della salute dell’organismo.

Era già noto il fatto che l’olio di oliva fosse un elemento chiave nella lotta al colesterolo, ora, una nuova ricerca, ha dimostrato che l’olio d’oliva è anche un ottimo alleato nella lotta contro il diabete.

La ricerca è stata condotta dalla Società Italiana di Diabetologia, che è stata presentata all’European Association For The Study of Diabetes in corso in questi giorni a Berlino. I ricercatori hanno analizzato quarantacinque persone affette da diabete di tipo II alle quali sono state somministrate diverse diete per un periodo di otto settimane.

Nello specifico il primo gruppo ha avuto una dieta ricca in carboidrati e fibre a basso indice glicemico, al secondo gruppo la stessa alimentazione è stata affiancata da un moderato esercizio fisico. Al terzo gruppo la dieta somministrata prevedeva un abbondante apporto di acidi grassi monoinsaturi, quelli presenti in alimenti come l’olio di oliva, nocciole e pistacchi; anche il quarto gruppo ha seguito la stessa dieta con aggiunta di esercizio fisico.

I risultati sono stati sorprendenti: il terzo e il quarto gruppo hanno evidenziato una riduzione del 25-30% circa del grasso presente del fegato, condizione presente in quasi tutti i malati di diabete II, mentre nel primo e nel secondo gruppo la riduzione non è andata oltre il 4/6%.