L’ olio di mais è un olio vegetale che si ottiene tramite spremitura a freddo dalla parte germogliativa (chiamata germe) della pianta di Zea mays, largamente conosciuta come mais o granturco.

In cucina è possibile utilizzare l’ olio di mais come condimento per insalate, ma anche per cotture ad alte temperature, come la frittura. Si ricorda tuttavia che sovente ci si trova di fronte ad oli ricavati tramite estrazione forzata (per mezzo di solventi) e quindi soggetti a processi industriali; caratteristica che, unitamente all’alta concentrazione di grassi (95%), ne fa un prodotto di cui è meglio non abusare. Nonostante ciò, è innegabile che il suo contenuto di fitosteroli vegetali favorisce la salute cardiovascolare, aiutando a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo cattivo nel sangue, mentre l’assenza di proteine lo rende un olio adatto anche a chi ha problemi epatici, azotemia alta o eccessi di acido urico. Contiene inoltre sali minerali, è ottimo per combattere la stipsi e l’elevato contenuto di omega-6 e omega-9 ne fa un buon alleato contro le malattie degenerative. La vitamina E, unitamente all’acido linoleico, funge infine da stimolante per il sistema immunitario.

Per quanto riguarda invece l’utilizzo dell’ olio di mais in cosmetica, questo è ottimo come olio da massaggi o base per creme nutrienti e particolarmente indicato per pelli sensibili e secche. L’alto contenuto di vitamina E, potente antiossidante, contrasta infatti i radicali liberi, responsabile dell’invecchiamento cellulare, mantenendo la pelle elastica, morbida ed idratata. L’ olio di mais è poi indicato in caso di eczemi e arrossamenti, per prevenire le smagliature, come base per lozioni dopo-sole e per realizzare impacchi rigeneranti per capelli, che risultano così nutriti, forti e lucenti.

Per poter beneficiare di tutte le proprietà benefiche dell’ olio di mais è tuttavia necessario fare attenzione ad acquistare solo prodotti biologici, ricavati tramite spremitura a freddo e senza l’utilizzo di chicchi geneticamente modificati. Sul lungo periodo, utilizzare olio di mais ottenuto grazie all’uso di solventi chimici potrebbe infatti rivelarsi addirittura dannoso per la salute.