L’olio di fegato di merluzzo contiene l’Epa, uno speciale Omega-3 che potrebbe aiutare a combattere il cancro al colon. A compiere lo studio è il dottor Luigi Ricciardiello, un gastroenterologo dell’Università di Bologna e sembra che le prime sperimentazioni abbiamo dato esiti piuttosto incoraggianti. Una paziente che soffriva di poliposi familiare attenuata, ad esempio, ha visto rallentare fortemente la formazione dei popoli dopo aver iniziato ad assumere l’integratore fatto con gli speciali Omega-3 contenuti nell’olio di fegato di merluzzo.

L’Epa contenuto nell’olio di fegato di merluzzo (presente anche in sardine, sgombri e salmone) sarebbe in grado di correggere anche le mutazioni, di contrastare le infiammazioni e la morte cellulare nonché di prevenire il cancro al colon. Sarebbe anche in grado di contrastare la colite ulcerosa, che solitamente è il preambolo per il cancro colon-rettale.

Questa ricerca sull’olio di fegato di merluzzo e sull’Epa potrebbe rivelarsi davvero un’ottima notizia per tutti coloro che soffrono di poliposi familiare grave e che sono in grado di sviluppare anche più di cento polipi nel giro di uno o due anni e che hanno altissime probabilità di avere un cancro colon-rettale.

Per quanto riguarda il tipo di alimentazione da seguire, il dottor Ricciardiello suggerisce di mangiare pesce due o tre volte la settimana, di consumare poca carne o di eliminarla del tutto, mangiare arance e verdure. Il settanta per cento di questo tipo di tumori, infatti, può essere evitato cercando di seguire un corretto stile di vita.

Foto: InfoPhoto