La regione Toscana ha avviato il suo programma di vaccinazione gratuita contro la meningite (qui tutte le informazioni utili) ma nel frattempo un’altra donna è stata colpita da questa malattia. Si tratta di una cinquantenne di Campi Bisenzio, il cui caso è stato confermato dalla Asl Area Vasta Centro.

La donna che ha contratto la meningite lavora in un centro estetico di Montelupo (in provincia di Firenze) ma svolge mansioni di amministrazione, quindi non ha un contatto diretto con la clientela che frequenta il posto. La signora è stata ricoverata al reparto malattie infettive dell’ospedale del capoluogo toscano Careggi e attraverso le analisi si sarebbe avuta conferma che ha contratto la meningite di tipo C (quella contro cui è stato avviato il programma di vaccinazioni gratuite).

Nonostante l’avvio delle vaccinazioni gratuite, continuano a segnalarsi casi di meningite di tipo C nella Regione Toscana. Negli ultimi giorni sono stati individuati anche il caso di un uomo di settantacinque anni di Ponte a Egola (in provincia di Pisa) adesso ricoverato nel reparto di rianimazione dell’ospedale San Giuseppe di Empoli, in situazione grave ma tuttavia stabile.  L’uomo sarebbe stato assiduo frequentatore del circolo Il Sughero (a San Miniato Basso, provincia di Pisa) ed è per questo che la Asl ha avviato la profilassi di routine.

Oltre al programma di vaccinazione gratuita, si sta cercando di capire perché la frequenza di casi di meningite C sia particolarmente concentrata in Toscana, nella Valle dell’Arno. Scoprire la causa di quella che potrebbe essere definita come una sorta di epidemia potrebbe aiutare ad eliminare del tutto il pericolo che altre persone possano essere colpite dal virus e da questa malattia.