In visita presso il nuovo polo cardiochirurgico del Policlinico Sant’Orsola di Bologna, la Ministra della Salute Beatrice Lorenzin ha illustrato quelle che dovrebbero essere tutte le prossime novità. Si va dai nuovi Lea (Livelli essenziali di assistenza) a tanto atteso sblocco dei contratti ma anche all’introduzione di menu vegani nelle scuole.

Per quanto riguarda i nuovi Lea, la Lorenzin ha ricordato che il Ministero dell’Economia ha finalmente dato l’ok per la copertura. Quando i nuovi Lea andranno in vigore quindi, tutte le regioni d’Italia dovranno garantire assistenza su tante patologie che fino a questo momento non erano state incluse (qui la lista delle principali novità sui nuovi Lea). Un rinnovamento molto atteso, dato che gli attuali Livelli essenziali di assistenza sono vecchi di ben quindici anni.

Altre novità in merito ai nuovi Lea e non solo saranno il ritorno all’autonomia prescrittiva da parte dei medici, il recepimento della legge sull’autismo, l’introduzione della fecondazione assistita eterologa e dell’epidurale. Tutte queste novità dovrebbero partire già dal prossimo mese di settembre, come sembra assicurare anche la Lorenzin. L’iter prevede infatti che venga rilasciato il Decreto del Presidente del Consiglio e che lo stesso sia poi sottoposto alla Conferenza delle Regioni e alle commissioni parlamentari competenti in materia, prima di approdare in parlamento per l’approvazione finale.

Per quanto riguarda invece i professionisti della Sanità, la Lorenzin spera di riuscire a sbloccare il turnover e di stabilizzare i precari e soprattutto di avviare il percorso che porterà infine al rinnovamento del contratto. Per ottenere tutto ciò la Ministra dovrà ottenere almeno due miliardi in più dal Fondo sanitario nazionale, che potrebbero arrivare con la prossima manovra del governo Renzi.