Gli Stati Uniti stanno affrontando una vera e propria crisi dell’acqua. Cambiamenti climatici, ma non solo… le ultime polemiche sulle pratiche del drilling (la perforazione on e off-shore) per le risorse energetiche come il gas o il petrolio stanno portando all’attenzione di tutti il problema delle risorse d’acqua, sempre maggiormente compromesse dall’azione congiunta dell’uomo e del clima.

E, per la prima volta, gli Statunitensi si ritrovano a fare i conti con la limitatezza di una risorsa vitale e delle proprie abitudini tendenti allo spreco, specialmente dell’acqua e dell’energia.

LO SPRECO DELLE RISORSE

Per gli americani si tratta di un vero shock culturale: abituati ad essere comodi, alla cultura dell’abbondanza (nel cibo innanzitutto) e a non doversi preoccupare del proprio stile di vita, ecco che Madre Natura presenta loro un conto salato di decadi di inconscienza ambientale. Gli americani si stanno accorgendo che le risorse finiscono e che poi… beh, non ce n’è più. Dura realtà, ma la soluzione c’è, visto che non stiamo parlando di un contninente oltremodo popoloso. Basta imparare a risparmiare e a non sprecare.

L’INFOGRAPHICS

Per aiutare gli americani a capire di che cosa si parla, sta girando in questi giorni un infographics che mostra in modo semplcie ma molto efficace il problema dell’acqua. Lo posto qui perché sia da esempio (ma soprattutto da monito) per chi vie ancora nel mito del Paradiso Terrestre… insomma, svegliamoci. Non finiamo come loro…