Quando si parla di nervo sciatico infiammato, ci si riferisce all’infiammazione che colpisce il nervo più lungo dell’organismo umano. Questo parte dal midollo spinale e arrivo fino alla parte posteriore delle gambe e quando viene colpito da questa patologia fa avvertire il dolore a partire dalla schiena, passando per le natiche e giungendo fino alle gambe.

Il nervo sciatico è un disturbo che tende a sparire da solo, in genere entro un arco di tempo che va da un minimo di quattro settimane ad un massimo di otto. Tuttavia è possibile intervenire su di esso con alcune terapie oppure con rimedi naturali, se non altro per lenire il dolore che solitamente si avverte.

Nervo sciatico: le cause

Il nervo sciatico tende ad infiammarsi in presenza di alcuni presupposti che favoriscono l’insorgenza del disturbo. Fra le cause che tendono a provocarne l’infiammazione possono esservi: compressione della radice del nervo, che solitamente avviene nella zona inferiore lombare della colonna vertebrale e che in genere può essere causata da un’ernia al disco che si presenta proprio nella zona lombare. L’infiammazione può essere altresì causata dall’invecchiamento dei dischi della colonna vertebrale: se i dischi danneggiati sono quelli presenti nella zona intermedia oppure bassa della schiena, si potrebbero avvertire i sintomi tipici del nervo sciatico infiammato.

Fra le altre cause che possono provocare questo disturbo vi sono: lo stato di gravidanza, la stenosi spinale lombare, la spondilolitesi (malattia che provoca la degenerazione dei dischi), la sindrome pririforme (causata soprattutto dalla sedentarietà e dallo stare troppo tempo seduti ma anche da incidenti e cadute). Nei casi più gravi l’infiammazione del nervo sciatico può essere la conseguenza dell’insorgenza di tumori spinali e di tumori o lesioni del nervo sciatico stesso.

Nervo sciatico: altri fattori di rischio

Questo disturbo può essere provocato anche da alcuni fattori di rischio che aumentano le possibilità di scatenarlo. Fra i più comuni vi sono l’età (con l’andare avanti negli anni i dischi vertebrali tendono a deteriorarsi maggiormente); il lavoro che si svolge; la sedentarietà e lo stare per troppo tempo seduti; il diabete.

Nervo sciatico: i sintomi

Il sintomo principale che caratterizza la presenza di questo disturbo è il dolore – più o meno intenso – che parte dalla schiena e che tende ad irradiarsi fino ai glutei e alla parte posteriore delle gambe. Oltre a questo, il principale, è possibile avvertire:

  • intorpidimento muscolare
  • debolezza muscolare
  • formicolio alle dita del piede
  • problemi di incontinenza (soprattutto in quest’ultimo caso bisognerebbe rivolgersi ad un medico)

Nervo sciatico: i rimedi naturali

Chi desidera lenire i disturbi provocati dall’infiammazione può provare una serie di rimedi naturali che possono contribuire a portare beneficio. Fra i più efficaci:

  • crioterapia – consiste nell’applicazione di impacchi freddi sulla zona interessata dal dolore;
  • terapia del calore – al contrario della prima, si basa sull’utilizzo di impacchi caldi sulla parte su cui si avverte il fastidio;
  • esercizi – si può svolgere anche una blanda attività fisica, fatta di stretching oppure esercizi lenti;
  • massaggi fitoterapici – aiutano ad alleviare il dolore avvertito a causa dell’infiammazione del nervo sciatico
  • infusi di valeriana
  • infusi di luppolo
  • massaggi con olio di zenzero
  • sale riscaldato – avvolto in un panno e poi poggiato sulla parte dolorante