Narghilè. In Italia non è certamente diffuso come le sigarette, ma si può trovare in alcuni locali e chi va in alcuni Paesi africani o orientali può acquistarne uno da tenere in casa. Spesso il narghilè, viene considerato un modo di fumare più “sano” rispetto alle sigarette. Come ribadisce una revisione di studio firmata da ricercatori della Universidad Anahuac di Huixquilucan, in Messico, così non è.

Il narghilè va a determinare gli stessi rischi di ogni altro modo di consumare tabacco, a partire dalla dipendenza.

Tra le varie testimonianza di ciò, alcune ricerche hanno legato il narghilè agli stessi tumori e problemi respiratori delle sigarette, con in più il rischio di trasmissione di herpes ed epatite C dovuto alla condivisione del dispositivo. Per non parlare del rischio di avvelenamento da monossido di carbonio.

Il narghilè è pericoloso, equivale a 10 sigarette.

photo credit: Roberto Pellegrino via photopin cc