Il Monuril è un farmaco che viene impiegato per la cura della cistite e delle infezioni urinarie in generale. Viene venduto in farmacia solo previa presentazione della ricetta medica (il Monuril deve quindi essere prescritto dal medico, che ne valuterà l’eventuale uso terapeutico). È utilizzato soprattutto dalle donne, soggetti molto più frequentemente degli uomini ad episodi di cistite: Monuril è noto anche perché riesce ad essere piuttosto efficace in brevissimo tempo. I benefici arrivano già a breve distanza dalla prima assunzione.

Come assumerlo

La confezione di Monuril contiene in genere due bustine. Per una normale infezione basterebbe assumerne una soltanto; qualora l’infezione sia più ostica, la seconda bustina va presa a distanza di ventiquattr’ore dalla prima, seguendo le stesse indicazioni terapeutiche della precedente. Qualora non si registrino miglioramenti diventa necessario contattare nuovamente il medico, che valuterà il da farsi.

Monuril va assunto lontano dai pasti, preferibilmente la sera a vescica vuota. La bustina va sciolta in un bicchiere di acqua o di altra bevanda (come camomilla o tisana). Perché assumerlo lontano dai pasti? Perché il cibo ritarda l’assorbimento del suo principio attivo, ritardandone l’efficacia (ma non riducendola comunque). Per questo motivo Monuril andrebbe preso almeno due ore dopo aver consumato i pasti oppure un’ora prima di consumarli.

Eventuali effetti collaterali

Monuril è un medicinale che in genere viene molto ben tollerato ma come tutti gli altri farmaci può comportare alcuni effetti indesiderati. Tra i più comuni:

  • allergia alla sostanza
  • diarrea
  • nausea
  • bruciore allo stomaco

Gli effetti scompaiono in genere quando si smette di assumere il farmaco. In caso di allergia invece, occorre rivolgersi immediatamente ad un medico.

Indicazioni

Monuril può essere assunto in gravidanza ma il suo uso può essere prescritto soltanto dal medico, che lo prescriverà alla paziente qualora il suo uso sia strettamente necessario. In linea di massima però, almeno stando agli studi sin qui prodotti, sembra che Monuril non abbia alcun effetto negativo sulla gestazione e sul feto.

Per quanto riguarda invece la somministrazione del farmaco ai bambini, Monuril può essere assunto anche dai più piccoli ma per loro la dose è nettamente inferiore rispetto a quella per gli adulti. La dose di Monuril consigliata per i bambini è di due grammi (anziché i tre grammi per gli adulti).