Una volta che la dieta è finita la maggior parte delle persone fanno l’errore di tornare all’alimentazione a cui erano precedentemente abituati, con la conseguenza immediata di riprendere tutti i chili persi.

L’alimentazione, infatti, anche dopo che la dieta ferrea è terminata, deve comunque essere sana e bilanciata. Ma qual è la migliore dieta di mantenimento?

Un recente studio condotto in America e pubblicato sulla rivista Jama ha messo a confronto i risultati ottenuti da 21 persone in sovrappeso che, dopo la fase di attacco della dieta, sono state sottoposte a tre regimi alimentari diversi: dieta a basso contenuto di carboidrati, dieta a basso indice glicemico e dieta a basso contenuto di grassi.

I risultati hanno indicato che la dieta migliore per mantenere i risultati raggiunti nella perdita di peso è la dieta a basso contenuto di grassi.

Infatti, secondo gli esperti, nel momento in cui si torna alla normale alimentazione è necessario scegliere una dieta che possa essere mantenuta nel tempo e che, soprattutto, possa fornire al corpo tutta la varietà di nutrienti necessari. Una dieta povera di grassi ha queste caratteristiche, diversamente dalle diete iperproteiche e da quelle a basso indice glicemico, che eliminano dall’alimentazione delle intere categorie di cibo che sono, invece, fondamentali per mantenere il corpo in salute a lungo termine.