Con l’arrivo della bella stagione viene voglia di praticare sport all’aperto. Non è un caso che, secondo una recente indagine  effettuata sulla fanpage https://www.facebook.com/BenzacSkinCare, il 57% degli italiani ha indicato di sentirsi maggiormente propenso a praticare sport proprio in primavera. Sarà il clima migliore, sarà che le giornate sono più lunghe, ma la voglia di scaricare le tensioni della giornata con una corsa o con una sessione di allenamento nel tempo libero cresce proprio in questo periodo.

“I RISCHI DEL MESTIERE”

Lo sport è considerato come un elemento fondamentale per condurre una vita sana, insieme ad alimentazione e abitudini di vita corrette. Eppure alcune abitudini sbagliate da parte degli sportivi possono aumentare il rischio di incorrere in spiacevoli inconvenienti come, ad esempio, l’insorgenza delle micosi alle unghie, ultimamente più che mai diffuse. Secondo l’indagine epidemiologica ONO (Osservatorio Nazionale sulle Onicomicosi) condotta da Galderma, questa malattia (perché di malattia si tratta) coinvolge circa 7.500.000 italiani, con una maggior prevalenza tra chi pratica abitualmente attività fisica. Lo sport può rappresentare quindi un fattore predisponente nella trasmissione delle micosi alle unghie: anzitutto la sudorazione ricrea un ambiente umido ideale per i miceti, mentre spogliatoi e piscine rappresentano il luogo ideale per la trasmissione dei funghi; senza contare i microtraumi ai quali sono sottoposte le unghie durante l’attività sportiva.

ALCUNI CONSIGLI PER EVITARE L’ONICOMICOSI

Galderma, che ha da poco presentato un farmaco da banco a base di amorolfina per la cura dell’onicomicosi delle unghie, fornisce anche alcuni consigli per minimizzare il rischio di infezione da funghi:

  1. Tenere le unghie corte, asciutte e pulite;
  2. Non tagliare e non strappare le pellicine intorno alle unghie: questo permetterebbe ai germi di penetrare sotto le unghie;
  3. Scegliere scarpe comode e adatte all’attività praticata, da utilizzare solo per lo sport;
  4. Una volta terminata l’attività sportiva far prendere aria alle scarpe e lavarle frequentemente;
  5. Indossare le calze giuste: i materiali tecnici studiati per gli sportivi lasciano traspirare l’umidità e mantengono i piedi più asciutti;
  6. Evitare di scambiarsi ciabatte, asciugamani, accappatoi;
  7. Non camminare a piedi nudi in palestra, piscina, spogliatoi, etc;
  8. Asciugare accuratamente mani e piedi, compresa l’area tra le dita, dopo la doccia.
E una volta detto questo… buona corsa a tutti, liberi dai funghi!