La giunta regionale della Toscana ha approvato una delibera che ha esteso a tutto il territorio della Regione la possibilità di vaccinarsi gratuitamente contro la meningite C. Possono accedere al vaccino gratuito contro il miningococco C tutte le persone di età compresa fra i venti e i quarantacinque anni.

Si tratta di una misura che si è resa necessaria dopo il verificarsi di alcuni casi di meningite C e che a questo punto riguarderà anche alcune province, come quella di Siena e di Livorno, che almeno per il  momento non sono state interessate direttamente da alcun episodio. Un intervento che si è reso necessario anche per permettere di fare un po’ di prevenzione (visto che le persone si spostano anche all’interno della Regione Toscana).

A poter usufruire del vaccino gratuito sono le persone che vanno dai venti ai quarantacinque anni perché questa sarebbe la fascia di età che comporterebbe un buon rapporto tra costo dell’operazione e benefici che se ne ottengono. Coloro che hanno più di quarantacinque anni possono comunque vaccinarsi, pagando un ticket di 58 euro (anziché 98 euro, ossia il prezzo del vaccino per la meningite C).

Oltre al programma di prevenzione contro la meningite C, la Regione Toscana sta cercando di capire come mai si stiano verificando tutti questi casi e perché gli stessi stiano avvenendo soprattutto lungo la Valle dell’Arno. Alle indagini partecipa anche l’Istituto Superiore di Sanità. Coloro che sono interessati a vaccinarsi possono rivolgersi alle Asl toscane oppure al medico di famiglia.