Mangiare mele con una certa costanza, almeno una al giorno come recita un famoso detto, può essere di grande aiuto per la propria salute e per il proprio benessere. Le mele avrebbero proprietà talmente importanti da consentire di prevenire anche alcune forme tumorali, come il cancro al colon ad esempio. L’ha ribadito anche una ricerca condotta dall’Istituto di scienze dell’alimentazione del Cnr che è stata pubblicata sulla rivista Scientific Reports.

In base a questo studio sembra che il succo delle mele abbia in sé delle proprietà antitumorali, e sebbene non sia ancora del tutto chiaro il meccanismo attraverso cui tale proprietà funzioni, pare sia del tutto certo che i polifenoli in esse presenti sia in grado di offrire una qualche protezione nei confronti del cancro che colpisce il colon.

Lo studio, come ha spiegato il coautore Angelo Facchiano, ha permesso di analizzare in modo specifico quali molecole antiossidanti vadano ad agire e su quali proteine della cellula siano in grado di intervenire. La ricerca condotta presso l’Istituto di scienze dell’alimentazione del Cnr diventa quindi un buon punto di partenza per sapere quali tipi di cellule occorre tenere sotto controllo. Un buon punto di partenza, vero, ma anche una spinta a cercare di capire quali siano i meccanismi molecolari e le proteine che vengono coinvolte.

Le mele prese in considerazione nel corso dello studio sono state soprattutto di tre tipi – red delicious, golden delicious e annurca – e attraverso le analisi di laboratorio sono stati identificati e quindi quantificati i principali composti antiossidanti (polifenoli) in esse contenuti. Sarebbero proprio questi ultimi ad impedire alle cellule del cancro al colon di duplicarsi e quindi di permettere la crescita della massa tumorale. L’aspetto positivo della ricerca è che sarebbe riuscita anche a scoprire che le proteine sulle quali potrebbero agire i polifenoli sarebbero le medesime con cui interagiscono alcuni farmaci recentemente creati per contrastare i tumori.