Come ogni anno per una nuova generazione di ragazzi e ragazze è arrivato il momento di affrontare i tanto attesi esami di maturità: tra prima, seconda e terza prova e, infine, il colloquio orale servirà molta concentrazione e energie e, per questo motivo, Coldiretti cerca di venire incontro ai giovani con una lista di alimenti “promossi e bocciati” in una dieta definita “salva esami“.

503.452 sono gli studenti che quest’anno affronteranno gli esami di maturità e che, tuttavia, cadono in un errore comune durante la propria preparazione agli esami: il caffè. È noto infatti come un abuso della bevanda e di caffeina in generale possa causare non solo eccitazione e insonnia ma anche stati d’ansia, allontanando così serenità e, soprattutto, la concentrazione necessaria per affrontare tutte le prove.

Tra gli alimenti consigliati si trovano quelli ricchi di sostanze ritenute “rilassanti” come “pane, pasta o riso, lattuga, radicchio, cipolla, formaggi freschi, yogurt, uova bollite, latte caldo, frutta dolce e infusi al miele” le quali, spiega Coldiretti “favoriscono il sonno e aiutano l’organismo a rilassarsi per affrontare con la necessaria energia e concentrazione la sfida scolastica”.

Da evitare, invece, oltre al caffè, anche patatine in sacchetto, salatini e cioccolata, spesso presenti tra quelle chiamate “scorte d’emergenza” per cercare di smorzare l’ansia che spesso si verifica prima dell’inizio degli esami.

Oltre ai cibi giusti Coldiretti consiglia anche di cercare di riposare adeguatamente, cercando di bilanciare la propria alimentazione: non bisogna digiunare, ma neanche eccedere con i cibi e specialmente quelli “pesanti” e contenti sostanze eccitanti. Ad essere banditi, infatti, sono anche sconsigliati condimenti come curry, pepe, paprika, sale e alimenti preparati con dado da cucina in quanto questi particolarmente ricchi di sodio

Per ritrovare serenità e rilassarsi, invece, si potrebbe puntare su dei cibi contenenti il triptofano, un aminoacido che promuove la sintesi della serotonina, l’ormone della felicità: questa generalmente viene innescata da alimenti contenenti degli zuccheri semplici ma, spiega Coldiretti, degli effetti simili si possono ottenere con legumi, uova bollite e ancora  carne, pesce e formaggi freschi.

Prima di andare a dormire, consiglia Coldiretti, un bel bicchiere di latte caldo il quale aiuterà non solo a diminuire un’eventuale acidità gastrica andando a conciliare una buona dormita attenuando insonnia e nervosismo. Ultimo ma non meno importante, grazie alla sua azione antistress Coldiretti permette anche un “dolcetto di incoraggiamento ricco di carboidrati semplici”, insieme anche a infusi e tisane, il tutto dolcificato con del miele.