Ad oggi sono sempre di più le donne che tardano ad entrare in maternità, focalizzandosi sulle proprie carriere e cercando una certa stabilità economica: un nuovo studio, però, ha rivelato come una gravidanza intorno ai trent’anni potrebbe offrire una vita più “in salute” man mano che si diventerà più “agée”, che si invecchia.

Condotto da un gruppo di ricercatori guidato dalla co-autrice e professoressa di sociologia dell’Università dell’Ohio, Kristi Williams, lo studio ha analizzato i dati di 3.348 donne che hanno partecipato, nel 1979, al National Longitudinal Survey of Youth e che hanno dato alla luce un figlio tra i 15 e 35 anni: queste sono poi state intervistate, con un intervallo di uno o due anni, tra il 1979 e il 2008.

Una volta raggiunti i 40 anni hanno dovuto dare una valutazione sulla loro salute utilizzando una scala che va da “pessima” a “eccellente”.

Lo studio è il primo realizzato negli Stati Uniti che ha evidenziato una relazione tra una gravidanza in età giovane e uno stato di salute non proprio perfetto nelle decadi a venire: secondo delle recenti statistiche del National Vital Statistics report un terzo delle giovani donne tra i 20 e 24 anni darebbero alla luce il primo figlio.

Dobbiamo ancora essere preoccupati del fatto che le donne che danno alla luce i propri figli durante i primi vent’anni potrebbero avere poi più problemi di salute mentre raggiungono la mezza età rispetto a coloro che aspettano di più” ha spiegato infatti la dottoressa Williams.

Durante lo stesso studio è stato dimostrato infatti come, al contrario, coloro che tendono a dare alla luce un bebé in un’età molto giovane – tra i 15 e 24 anni – tendono ad avere una salute un po’ più precaria una volta inoltratesi nel club delle “-anta”, ovvero dai quarant’anni in su. Nel corso la ricerca, infatti, sono state messe in relazione le donne che hanno avuto il loro primo bambino da adolescenti (tra i 15 e 19 anni) e nell’età adulta (tra i 25 e 35 anni): nel secondo caso è emerso come le donne godano di una salute migliore una volta raggiunti i 40 anni rispetto al primo gruppo.

Come se non bastasse lo stesso ha scoperto che le donne che si sono sposate quando hanno dato alla luce il primo figlio godevano di una salute migliore una volta entrate nel club delle quarantenni.