…è vero che la forma del corpo dell’uomo lo mette a rischio? Ed è vero che per le donne è più difficile perdere peso? Ed è vero che le ragazze sentono di più il dolore rispetto ai loro coetanei? Risponde come sempre l’antropologa Tessa Pollard.

LA FORMA DEL CORPO DELL’UOMO NE METTE LA SALUTE A RISCHIO

Una vita più spessa è fortemente associata al rischio di sviluppare maggiormente il diabete di tipo 2 e le malattie del cuore. Qui è dove la forma “a mela” degli uomini rappresenta uno svantaggio rispetto alla forma tipica “a pera” delle donne. Come rapido metro di paragone, un girovita che misuri più di 90 centimetri per gli uomini asiatici e più di 94 centimetri per gli uomini caucasici o africani indica un accresciuto rischio di diabete e di altri problemi di salute.

PER LE DONNE E’ PIU’ DIFFICILE PERDERE PESO

Nonostante i recenti numeri mostrino che il 65% degli uomini siano sovrappeso o obesi rispetto al 56% delle donne in Inghilterra, gli uomini possono perdere peso più rapidamente rispetto alle donne. Questo solitamente è perché per gli uomini è più difficile cominciare, sia perché quando si mettono a dieta tagliano una maggiore quantità di calorie. Le donne provano spesso anche più diete rispetto agli uomini, così che attribuiscono anche un valore diverso al fallimento, che le condiziona psicologicamente nella direzione di una minore voglia di perseguire il loro obiettivo di perdita di peso.

LE RAGAZZE SENTONO MAGGIORMENTE IL DOLORE

Sin dai loro primi anni dell’adolescenza, le ragazze si lamentano del dolore di più rispetto ai loro coetanei. C’è una forte connessione tra gli ormoni femminili ed il dolore. Le emicranie saranno tipicamente più forti nelle donne nei momenti di calo di estrogeni (per esempio quando hanno il mestruo) e meno intense quando il livello di estrogeni è alto (come agli ultimi stadi di gravidanza). Si pensa che le donne si concentrino sugli aspetti emozionali del dolore, mentre gli uomini si concentrano su quelli fisici.

Sicuramente preoccuparsi delle associazioni negative del dolore non fa altro che peggiorarne la percezione, e può essere questo il motivo per cui le donne abbiano dolori che durano più a lungo rispetto agli uomini.