L’oncologo Umberto Veronesi, che ha da sempre manifestato la sua propensione alla liberalizzazione delle droghe leggere, ha affermato su Oggi che “La marijuana non fa male”. Secondo l’ex Ministro della Sanità, infatti, “i danni da spinello sono praticamente inesistenti” così come ha affermato nella rubrica del settimanale (scopri qui tutti gli effetti della marijuana).

Veronesi aveva iniziato a porsi il quesito quando ricopriva ancora il suo incarico al Governo. Queste le sue parole: “Me la posi anche come medico e soprattutto come padre di famiglia. Ebbene, la commissione scientifica che avevo nominato concluse che i cosiddetti ‘danni da spinello’ sono praticamente inesistenti. Dopo quella, altre commissioni scientifiche giunsero alle stesse conclusioni. E oggi perfino l’Organizzazione mondiale della sanità ha invitato i governi a depenalizzare l’uso personale di marijuana, consapevole su dati scientifici che l’uso di spinelli non fa male”.

In merito alle parole di Veronesi a proposito della marijuana è arrivata la risposta della comunità di recupero San Patrignano che, in una nota, sostiene che “danni da spinello ci sono e non sono da sottovalutare”. La comunità si è scagliata contro l’oncologo, pensando che “scrivere sulle pagine di una rivista rivolta principalmente alle famiglie che i danni da spinello sono praticamente inesistenti è ai limiti del comprensibile”. L’intervento si conclude con un invito al “Professor Veronesi a un confronto con noi e i nostri ragazzi”.

photo credit: Alexodus via photopin cc