Le malattie della pelle che hanno origine virale (ovvero sono causate da virus) possono essere molto fastidiose, oltre che inestetiche. Quelle più diffuse sono l’herpes labiale e le verruche: entrambe possono essere curate con rimedi poco invasivi come i medicinali omeopatici, adeguatamente somministrati. Cominciamo a vedere che fare in caso di herpes labiale, grazie ai consigli del dermatologo Ruggero Cappello.

COME CURARE L’HERPES LABIALE

L’herpes labiale è un fastidioso e antiestetico disturbo che tende a manifestarsi quando le difese immunitarie sono basse, magari in concomitanza con un periodo di vita particolarmente stancante o impegnativo. Anche un’intensa esposizione solare o, nelle donne, il ciclo mestruale, possono essere una causa scatenante. Spesso il primo contatto con il virus Herpes Simplex 1, responsabile della forma labiale, è nell’infanzia… poi resta latente finché non è “riattivato” da cause esterne o interne dell’organismo. Secondo il dott. Ruggero Cappello, i medicinali omeopatici possono essere utili per trattare questo disturbo:

  • Ai primi sintomi, se l’herpes non è ancora comparso ma si manifesta solo prurito, può essere efficace Rhus toxicodendron 5 CH, 5 granuli ogni 2 o 3 ore.
  • In fase concalamata, è indicato Cantharis 5 CH, 5 granuli ogni 2 o 3 ore.
  • Per evitare recidive – dice il dott. Cappello – consiglio Natrum muriaticum 30 CH, 1 dose globuli ogni 10 giorni per 3 volte. In prevenzione, consiglio di affiancarlo all’oligoterapico Oro-Rame-Argento, 1 fiala orale da assumere al mattino per un mese.
  • Se il disturbo tende a coincidere con il ciclo mestruale è opportuno un trattamento con Pulsatilla 30 CH, 5 granuli da assumere al mattino.

[Dubbi sull'omeopatia? Leggi qui le nostre FAQ.]