Abbiamo già visto come l’omeopatia può essere utile per la prima delle malattie del freddo: la rinite (o raffreddore). Vediamo ora come trattare i fastidi portati dalla sinusite con i consigli del dottor Alessandro Targhetta nel i suoi “Appunti di Omeopatia” (Ed. Utet).

LA SINUSITE ACUTA

La sinusite acuta è l’infiammazione della mucosa che riveste i seni paranasali (frontali, mascellari, etmoidali e sfenoidali). Le cause sono soprattutto virali, ma anche batteriche. La sinusite può essere primitiva o secondaria, cioé a partenza dalla mucosa nasale. La sintomatologia dipende dalla sede dell’infiammazione.

  • Nella sinusite frontale il dolore è alla radice del naso e compare quando il soggetto sta in piedi; la secrezione del naso può essere più o meno abbondante, persistente e può diventare purulenta; la tosse è soprattutto notturna e a volte compare la febbre.
  • Nella sinusite mascellare il dolore è al livello degli zigomi, e la secrezione nasale è scarsa o nulla.

Le sinusiti si possono complicare con edema periorbitario, e più raramente con la cellulite o un ascesso orbitario.

RIMEDI OMEOPATICI PER LA SINUSITE

La terapia omeopatica della sinusite acuta si avvale dei seguenti medicinali:

Sticta pulmonaria (Lichene polmonario, pianta della famiglia delle Stictacee)

E’ indicato quando la sinusite frontale acuta si presenta con secchezza della mucosa nasale, costrizione nasale, sensazione dolorosa di pesantezza alla radice del naso. I sintomi migliorano con la secrezione nasale. Si consiglia l’assunzione della diluizione 5CH, 5 granuli ogni 2-3 ore.

Kalium iodatum (Ioduro di potassio)

E’ il medicinale omeopatico di leezione quando la sinusite frontale è caratterizzata da rinorrea acquosa abbondante, bruciante, irritante, dolore e sensazione di costrizione alla radice del naso. La sintomatologia peggiora di notte e si riduce con il caldo. La diluizione consigliata è la 5CH, 5 granuli 3 volte al dì.

Hydrastis canadensis (Idraste, pianta della famiglia delle Ranuncolacee)

Sempre nella sinusite frontale, si consiglia questo rimedio in presenza di secrezioni mucose abbondanti, giallastre, viscose, filanti. Dolori brucianti alla radice del naso. Aggravamento dei sintomi con il freddo e all’aria aperta. Si consiglia di assumere la diluizione 5CH, 5 granuli 3 volte al giorno.

Mezereum (Legno gentile, pianta della famiglia delle Dafnoidi)

E’ da consigliare, alla diluizione 7CH, 5 granuli 3 volte al giorno, in caso di sinusite mascellare con rinorrea  purulenta e/o  sanguinante e dolori brucianti al livello degli zigomi, sintomi che solitamente peggiorano con il freddo, l’umidità e il contatto.