Il mal di denti (altrimenti detto odontalgia) è un disturbo piuttosto comune, ma da non sottovalutare. Generalmente è causato da affezioni dentarie quali carie, gengiviti, parodontiti, ascessi, ecc., ma può essere legato anche a ipersensibilità dentinale, sinusite e nevralgie. Alla comparsa del mal di denti, la cosa migliore da fare è quindi contattare il dentista e richiedere una visita che possa accertare la causa del disturbo, così da intervenire tempestivamente e risolvere il problema alla radice. Se tuttavia si è fuori casa, o è necessario attendere qualche giorno prima di poter effettuare il controllo, la buona notizia è che esistono numerosi rimedi naturali in grado di offrire sollievo dal dolore. Tra i più efficaci, ricordiamo i chiodi di garofano, le cui proprietà ne fanno degli eccellenti antidolorifici e disinfettanti naturali: in caso di mal di denti, è possibile masticarne uno, oppure ricavarne un infuso da utilizzare come collutorio; per quanto riguarda invece l’olio essenziale di chiodi di garofano, può essere applicato direttamente sulla zona dolorante mediante un batuffolo di cotone imbevuto, magari associato ad alcune gocce di olio essenziale di menta o anice stellato. Per uso topico, altrettanto efficace è il gel di aloe vera, dalla spiccata azione lenitiva ed antinfiammatoria. Le foglie ed i fiori essiccati della malva possono invece essere utilizzati per la realizzazione di impacchi, o infusi con cui effettuare risciacqui ad azione calmante. Molto efficace è poi la menta piperita, con cui è possibile preparare infusi per risciacqui, ma anche da bere, così da sfruttarne appieno l’azione lenitiva. Utilissimo in caso di afte, come anche di mal di denti generalizzato, è infine l’infuso di basilico.

Consigli utili in caso di mal di denti sono poi quelli di evitare di fumare e assumere alcolici, poiché aumentano l’infiammazione, come anche evitare cibi troppo freddi o troppo caldi, che possono accentuare la sensibilità dentinale. In caso di mal di denti persistente, decisamente sconsigliato è poi coricarsi, poiché tale posizione spesso concorre ad accentuare il dolore, specie se pulsante. Meglio quindi restare seduti e aggiungere un cuscino sotto la schiena al momento di andare a dormire. Non dimenticate infine l’utilità di tenere appoggiata una borsa del ghiaccio sulla guancia.