Avere un buon livello di magnesio presente all’interno dell’organismo dovrebbe permettere di evitare tutta una serie di disturbi più o meno seri che potrebbero creare dei problemi. Bisogna evidenziare, però, che la carenza di magnesio si può sempre associare ad un’alimentazione scorretta: spesso, infatti, i livelli della sua presenza all’interno dell’organismo si abbassano a causa di condizioni di salute (è il caso del vomito oppure della diarrea ma anche dell’emicrania frequente) che ne provocano la carenza stessa.

I bassi livelli di magnesio possono essere provocati anche da alcune malattie: fra di esse, ad incidere maggiormente, possono essere il diabete, la colite ma anche i problemi tipici della tiroide (come l’ipertiroidismo). In caso di carenze è dunque opportuno procedere con un adeguamento dei livelli di magnesio, utilizzando soprattutto degli integratori ma anche aumentando il consumo di cibi che lo contengono.

Magnesio: tutte le proprietà benefiche

Le proprietà benefiche del magnesio, che possono incidere in modo altamente positivo, sono davvero molteplici. In particolare, il magnesio:

  • lenisce i disturbi legati al sonno
  • incide sugli stati d’ansia
  • attenua il senso di irritazione psichica
  • migliora il benessere del cuore e dell’apparato cardiocircolatorio (è consigliata l’assunzione di magnesio a coloro che soffrono di aritmie oppure insufficienza cardiaca congestizia)
  • aiuta ad assimilare e metabolizzare i carboidrati, permettendo così di influenzare la produzione di insulina (è quindi consigliata l’assunzione di magnesio a coloro che, a causa soprattutto del diabete di tipo 2, hanno bassi livelli di magnesio)
  • fa diminuire gli attacchi di asma
  • aiuta a far migliorare le capacità della memoria
  • aiuta a migliorare l’apprendimento

Magnesio: eventuali effetti collaterali

Quando si assume il magnesio bisogna però ricordare che lo stesso potrebbe provocare alcuni effetti collaterali sull’organismo. Questi ultimi si presentano di rado ma non possono essere esclusi del tutto, soprattutto quando si eccede nelle dosi che si assumono. Fra gli effetti collaterali che si potrebbero avvertire vi sono:

  • diarrea
  • vomito
  • senso di debolezza muscolare
  • crampi allo stomaco
  • difficoltà respiratorie
  • perdita di appetito
  • battiti cardiaci irregolari
  • ipotensione
  • confusione a livello mentale