Il 14 Maggio 1939 Lina Medina diede alla luce suo figlio Gerardo Alejandro e non ci sarebbe nulla di strano in questo evento se non che, a quei tempi, Lina Medina aveva 5 anni e 7 mesi. Nata e cresciuta in Perù, aveva manifestato un rigonfiamento dell’addome che i genitori scambiarono per una formazione tumorale. Fatta visitare dal Dotto Gerardo Lozada emerse che la bambina era incinta di sette mesi.

Il caso fu pubblicato sulla rivista La Presse Médicale, generando molta curiosità su chi fosse Lina Medina (rifiuterà sempre di farsi intervistare) e sulla sua gravidanza. Fatto interessante a livello diagnostico è che la bambina aveva mostrato comparsa del menarca a otto mesi, ingrandimento dei seni a quattro, allargamento del bacino (anch’esso tipico della pubertà) a cinque anni.

Il bambino nacque con parto cesareo (vista la dimensione esigua del bacino di Lina) col peso di 2,7 kg. Interrogata sull’identità del padre non seppe mai rispondere in maniera chiara. Fu sempre aiutata dal medico che la seguì e con cui collaborò presso la sua clinica. Gli studi e le curiosità intorno alla fisiologia di Lina Medina non sono mai stati esauriti, lasciando la domanda su chi era Lina Medina uno dei più grandi quesiti della storia della medicina.

Foto by InfoPhoto