Tutto ciò che serve al benessere del nostro organismo possiamo trovarlo nei prodotti che ci offre la nostra terra. Ad ulteriore dimostrazione di questo fatto una nuova ricerca che elegge il limone come cura infallibile contro calcoli e coliche renali.

A dimostrarlo è stato uno studio clinico dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Bergamo, condotto con il sostegno del Consorzio di Tutela del Limone di Siracusa Igp, secondo il quale:

si avvia a certificare che le coliche si possono prevenire bevendo mezzo bicchiere di succo di limone al giorno. Meglio dei farmaci perché non ha controindicazioni.

Si tratta di un’ottima notizia per tutti coloro che soffrono di questa patologia e che sono solitamente costretti a prendere dei farmaci che però, in almeno un terzo dei casi, hanno diversi effetti collaterali. Secondo gli esperti basterebbe bere mezzo bicchiere di succo di limone al giorno per scongiurare sia calcoli che coliche, in quanto questo frutto, a differenza di altri agrumi, si dimostra molto più attivo nella cura e nella prevenzione di queste patologie.

Il segreto è nel citrato di potassio, che nel limone è contenuto in quantità molto elevate - 42,9 grammi per chilo. Basta un solo limone a dare la stessa quantità di questo elemento contenuta normalmente nelle medicine e nei farmaci che si prescrivono per queste malattie.

Il Dott. Giuseppe Remuzzi dell’Istituto Mario Negri ha precisato:

siamo di fronte a una notizia molto interessante considerando che la calcolosi renale e’ molto diffusa nel nostro Paese, con milioni di persone affette da questa patologia. [...] si tratta di un disturbo ad altissimo coefficiente di ricadute: i calcoli si riformano in un paziente su tre in un arco temporale che va dai 2 ai 5 anni. Questo impone ai pazienti un continuo monitoraggio della situazione e, soprattutto, una particolare attenzione alla dieta.