Non vi è nulla di meglio che un periodo di vacanza per ricaricare le batterie e tornare in piena forma. Può apparire una considerazione banale, eppure trova fondamento in un recente studio universitario. Una ricerca condotta dall’Università della California Berkeley, pubblicato sulla rivista Emotion, spiega come i sentimenti di relax e soddisfazione abbiano un effetto antinfiammatorio sul fisico, utile soprattutto agli acciacchi cronici. In particolare, i migliori effetti si noterebbero con l’esposizione all’arte, alla natura e alla spiritualità.

Stando a quanto rivelato, un periodo vacanziero sarebbe connesso a livelli inferiori di citochine, delle molecole proteiche che mantengono il sistema immunitario in allerta, favorendo così le reazioni di difesa e le infiammazioni. Un processo del tutto naturale, utile per battere gli attacchi esterni quotidiani a cui il corpo è sottoposto, ma dagli effetti spiacevoli quando riguarda patologie croniche.

«Il fatto che lo stupore e la bellezza promuovano livelli più sani di citochine», spiega il co-autore Dacher Keltner, «suggerisce come le azioni che compiamo per raggiungere queste emozioni – una passeggiata nella natura, l’ascolto di musica, la fruizione dell’arte – abbiano una diretta influenza sulla salute e sull’aspettativa di vita».

Per arrivare a questa conclusione, il team di ricercatori ha chiesto a due gruppi diversi di giovani adulti di quantificare la loro esperienza in emozioni positive, come il divertimento, la gioia, la condivisione e l’ascolto. Quindi ogni giorno sono stati prelevati dei piccoli campioni di tessuto dalle gengive per misurare i livelli di citochina. In tutti test, coloro che hanno dichiarato un maggiore tasso di soddisfazione hanno anche presentato un rischio inferiore d’infiammazione nel corpo.

In particolare, le due emozioni che più influiscono sul benessere sarebbero lo stupore e la meraviglia, quelle sensazioni positive quasi borderline con la paura. Per questo motivo, si ritiene che una vita ricca di nuove avventure ed esperienze possa contribuire al benessere fisico, oltre che mentale: un fatto da tenere in considerazione in ogni momento di vita, dalla sopportazione dello stress quotidiano ai periodi di blanda convalescenza.

Fonte: Huffington Post

Immagine: Happy woman jumps to the sky in the yellow meadow at the sunset via Shutterstock