I funghi Shiitake sono dei funghi cinesi molto ben conosciuti da tutti coloro che apprezzano la cucina cinese. Vengono in realtà usati molto anche nella terapia del cibo cinese perché, oltre ad essere deliziosi, hanno moltissime proprietà benefiche per l’organismo umano, tanto da essere inseriti a pieno diritto nella materia medica cinese da migliaia di anni.

I funghi Shiitake hanno un sapore dolce (che i Cinesi associano alle qualità dell’elemento Terra) e ne esistono più di venti varietà: sono, in effetti, il tipo di fungo più diffuso in Cina. I funghi Shiitake vengono usati in particolare nelle ricette per i rimedi contro il vomito, la tosse e le insufficienze urinarie. Il loro consumo regolare è una buona prevenzione contro il cancro.

Se vi state chiedendo dove è possibile trovarli, sappiate che non è difficile: sono commercializzati solitamente essiccati, nei negozi di macrobiotica, nei food-store orientali o nei supermercati biologici. Ma se non li trovate essiccati (anche perché il loro costo è pari, se non superiore, a quello dei nostrani porcini), sappiate che sono molto facili da coltivare, e possono essere usati nella cucina di tutti i giorni senza difficoltà, per arricchire con il loro gusto sia i patti a base di carne che quelli a base di verdure.

Consumati freschi, evitano il formarsi della tosse e l’indurimento delle arterie, agiscono come diuretico e alleviano le irritazioni derivanti dalle tossine dei cibi.

Insomma, un vero toccasana!