Si avvicina la festa dell’Indipendenza americana del 4 luglio, e le casalinghe degli Stati Uniti si danno un gran daffare per organizzare il potluck più riuscito del vicinato. Quest’anno, però, per non eccedere con le calorie e nel segno del rispetto per il pianeta, sta prendendo piede l’idea delle fragole del 4 luglio (che naturalmente possono essere adattate anche alle ricorrende di altri paesi con il minimo sforzo).

Come si fanno?

Si tratta di fragole (naturalmente bio) immerse per i tre quarti in cioccolato bianco (da Fair Trade) fatto sciogliere a bagnomaria in un pentolino, ed infine passate sulla punta in un piattino che contiene zucchero di canna con un colorante naturale blu.Et voilà, il piccolo capolavoro con i colori della bandiera americana è fatto!

Naturalmente poco ci vuole per sostituire il colore dello zucchero con un bel verde brillante e far diventare così le fragole magari un delizioso dessert in una delle nostre ricorrenze nazionali… ma perché, anche no, un simpatico regalo di benvenuto ai quei nuovi vicini dalla pelle scura che non ci arrischiamo ad avvicinare.

Da fragole dell’indipendenza a fragole della convivenza e della concordia? Perché no… in fondo in Italia siamo tutti fratelli.