L’Italia, si sa, è un Paese ricco di misteri e di luoghi considerati un po’ “magici”, e molte sono le leggende e le storie della tradizione locale che poco si conoscono altrove. Alcune di quueste storie riguardano in particolare le fonti naturali in luoghi particolari, le cui acque sono considerate avere dagli abitanti del luogo dei poteri afrodisiaci, oppure di far impazzire chi le beve.

LE ACQUE AFRODISIACHE

Il Trentino è ricco di acque e di sorgenti e molte sono le fonti utilizzate nelle cure termali. Alcune di queste sorgenti sono note, in via ufficiosa per il singolare potere afrodisiaco: fra di esse le acque di Merano (BZ), di Levico Terme (TN) e Vetriolo Terme (frazione di Levico) e quelle che scaturiscono dal Monte Baldo (al confine col Veneto).

L’ACQUA SPASIMOSA DI BERSONE

Ma ancora più particolare è l’acqua di un torrentello che scorre in un piccola valle nei pressi del paese di Bersone: per il suo strano potere è detta localmente “acqua spasimosa”. Gli abitanti del luogo la considerano pericolosa e non la devono perché dopo un periodo di eccitazione erotica porterebbe addirittura alla pazzia.

COME RAGGIUNGERLE

Nelle Valli Giudicarie presso la statale 237 (del Caffaro) all’altezza di Pieve di Bono. Stazione FS a Trento (57 km).Se vi capita di andarci… fateci sapere se le leggende sono vere!