L’aria condizionata è un toccasana per le giornate di caldo torrido che rendono insonni le notti di tanti italiani, ma può anche essere un’arma letale contro la nostra salute, se non utilizzata in maniera previdente e nel modo più corretto. Basta davvero poco per servirsi di questo prezioso strumento con intelligenza, senza necessariamente trasformarlo in un pericolo per l’organismo e in una fucina di malattie e fastidi che a lungo andare potrebbero compromettere seriamente il proprio benessere fisico.

Aria condizionata: come usarla nel modo corretto

Per utilizzare al meglio l’aria condizionata, senza doverne subire gli eventuali effetti indesiderati, si consiglia di seguire questi cinque preziosi suggerimenti:

  1. abbassare la temperatura di max 5 o 6 gradi rispetto alla temperatura esterna. Scendere al di sotto di questo limite, infatti, può provocare malattie da raffreddamento, sinusiti, cefalee, dolori addominali e tutte le conseguenze disastrose di un brusco cambio di temperatura;
  2. evitare di utilizzare l’aria condizionata quando si è troppo sudati o perlomeno proteggere le parti del corpo più delicate come collo, spalle e schiena con golfini di cotone o sciarpe di seta. Coprire il corpo, specie se sudato, permette di non incorrere in disturbi ossei oppure muscolari;
  3. posizionare i bocchettoni dell’aria verso il soffitto e non esporsi direttamente al getto d’aria, soprattutto quando si è sudati;
  4. evitare di dormire con l’aria condizionata accesa durante la notte: al vostro risveglio potreste  facilmente riscontrare mal di testa, mal di gola e dolori muscolari. La temperatura corporea di notte tende inoltre ad abbassarsi e al mattino si potrebbe avvertire del malessere;
  5. pulire periodicamente il filtro del condizionatore per evitare che si annidino acari, polvere e e pollini. Se i filtri sono sporchi, infatti, c’è il rischio che entrino in circolo batteri che possono provocare allergie, difficoltà respiratorie, ma anche infezioni importanti come la Legionellosi.