Bere alcol porta al rilascio di endorfine nelle aree del cervello che producono sensazioni di piacere e ricompensa. Questo il motivo per cui, secondo un team di ricercatori dell’Ernest Gallo Clinic and Research Center dell’University of California, San Francisco (Usa), i drink danno dipendenza. Quello degli scienziati americani è il primo studio che documenta il rilascio di ormoni nel nucleo accumbens e nella corteccia orbitofrontale in risposta al consumo di alcol negli esseri umani, si legge sulla rivista ‘Science Translational Medicine’.

IL RUOLO DELLE ENDORFINE
Le endorfine sono proteine di piccole dimensioni con effetti simili agli oppiacei, prodotte naturalmente nel cervello. Il fatto che vengano rilasciate quando si beve “è qualcosa che abbiamo ipotizzato per circa 30 anni, sulla base di studi animali, ma non lo avevamo osservato nell’uomo finora. Abbiamo quindi fornito la prima prova diretta di come l’alcol faccia sentire bene le persone”, ha detto l’autore principale dell’indagine, Jennifer Mitchell, professore aggiunto di Neurologia all’ateneo californiano. Non solo. La scoperta delle aree precise del cervello in cui vengono rilasciate le endorfine fornisce un possibile bersaglio per lo sviluppo di farmaci per il trattamento dell’abuso di alcol.

L’EFFETTO DELL’ALCOL SULL’ORGANISMO
I ricercatori hanno usato la tomografia a emissione di positroni, o Pet, per osservare gli effetti immediati dell’alcol nel cervello di 13 forti bevitori e di 12 persone che non amavano i drink. In tutti i soggetti l’assunzione di alcol ha portato a un rilascio di endorfine. E, sempre in tutti i volontari, più queste sostanze si concentravano nel nucleo accumbens, maggiore era la sensazione di piacere riportata da ciascun bevitore. Più le endorfine rilasciate si dirigevano nella corteccia orbitofrontale, maggiore era la sensazione di essere brilli nei forti bevitori, ma non nei soggetti di controllo. “Ciò – spiegano gli esperti – indica che il cervello dei bevitori viene modificato in un modo che li rende più inclini a trovare l’alcol piacevole. Proprio quella maggiore sensazione di ricompensa potrebbe causare il bere eccessivo di queste persone”.