Quando le labbra vengono esposte agli agenti atmosferici senza la giusta protezione, tendono a seccarsi e screpolarsi, generando irritazione, eccessiva sensibilità, sanguinamento e fastidio. Le labbra sono infatti molto più delicate del resto della pelle e basta una giornata ventosa o un’alimentazione sbagliata a comprometterne la naturale morbidezza. In inverno, ad esempio, a causa del freddo, capita spesso di ritrovarsi a sera con le labbra che “tirano”, esattamente come accade alle mani, se non protette dai guanti. La disidratazione si evidenzia infatti nelle parti di epidermide più sensibili, come appunto le labbra. Se il problema tende però a ripetersi di frequente è il caso di scoprirne le cause e correre ai ripari.

Il freddo o il caldo secco disidratano la nostra cute, ma in alcuni soggetti, particolarmente sensibili, il problema si manifesta con la formazione di microferite che continuano a riaprirsi ogni volta che sorridiamo, con conseguente sanguinamento.  A concorrere con ciò possono intervenire carenze alimentari, il fumo, che asciuga il film lipidico delle labbra, reazioni allergiche a prodotti cosmetici, o l’applicazione di prodotti non idonei, troppo aggressivi e di qualità scadente, ma anche l’abitudine di leccarsi frequentemente le labbra. A seconda della causa è quindi possibile intervenire correggendo le cattive abitudini. Validi alleati nella lotta alle labbra secche si rivelano inoltre i rimedi naturali.

Alimentazione in caso di labbra screpolate

Una scorretta alimentazione può essere causa di secchezza delle labbra determinando la tendenza alla screpolatura. 2 sono i principali responsabili: la carenza di vitamine, soprattutto di vitamina C e la disidratazione conseguente ad un insufficiente apporto di liquidi. Fondamentale quindi (non solo per il benessere delle labbra) è bere almeno 8/10 bicchieri di acqua al giorno. Quando il corpo è disidratato, spesso le labbra screpolate sono il primo sintomo. Si deve passare quindi a correggere eventuali carenze vitaminiche, integrando la dieta, se necessario, con una supplementazione di vitamine (soprattutto del gruppo B e C). Quando invece la carenza non è così grave, sarà sufficiente aumentare il consumo giornaliero di frutta e verdura. Da evitare, invece, l’assunzione di bevande acide in presenza di labbra secche: il contatto di succhi d’agrumi, per esempio,  può accentuare sensazione di bruciore.

Consigli pratici in caso di labbra screpolate

Per prevenire il problema è bene utilizzare un emolliente per labbra, da applicare ogni 1-2 ore, evitando di inumidirle con la propria saliva. Leccare e mordicchiare le labbra quando sono già screpolate non fa poi che peggiorare la situazione. Smettete di farlo! La saliva, che sembra dare sollievo temporaneo, evapora invece lasciando le labbra più asciutte di prima. L’abitudine di mordicchiarsi le tipiche pellicine da labbra screpolate può invece essere causa di infezioni, herpes o, nella migliore delle ipostesi, portare al sanguinamento. Buona norma è invece esfoliare la labbra: prima di applicare qualsiasi tipo di pomata o unguento, rimuovere le pelle morta contribuirà a velocizzare il processo di guarigione. Non dimenticate poi di proteggere le labbra con fattori di protezione solare e prodotti dall’azione idratante, nutriente ed emolliente come burro di karité, burro di cacao e oli vegetali (es. olio di avocado, di germe di grano, di borragine, di mandorle dolci, ecc.)

Rimedi naturali per labbra screpolate

Per curare le labbra, già secche e screpolate, esistono efficaci rimedi naturali:

Miele: ottimo rimedio per nutrire le labbra e favorire la cicatrizzazione delle screpolature, basta stenderne un leggero strato e massaggiare dolcemente. Tenere in posa 15-30 minuti. L’effetto lenitivo ed emolliente sarà immediato.

Olio essenziale d’incenso: ottimo prodotto lenitivo ed emolliente, ne basta una goccia diluita in un cucchiaino di olio di germe di grano per avere un unguento miracoloso con cui massaggiare le labbra. Ripetere l’applicazione ogni qual volta se ne avverta l’esigenza.

Cera d’api e olio d’oliva:  sciogliere la cera d’api in un tegamino sul fuoco, mescolando e aggiungendo dell’olio extravergine di oliva. Quando il composto sarò divenuto una crema, versare il tutto in un barattolino e lasciare raffreddare. Si otterrà un blocco solido e giallo, anticamente chiamato cerunto, da usare come un tipico burro cacao. L’effetto emolliente e lenitivo sarà immediato duraturo.

Tea Tree: basta applicare sulle labbra qualche goccia di olio di Tea Tree, o albero del tè, e massaggiare. Sono sufficienti poche applicazioni per donare nuova salute e bellezza alle labbra screpolate.

Burro: per esfoliare con delicatezza le labbra screpolate basterà applicarvi un generoso strato di burro da cucina, lasciare in posa 5 minuti, quindi strofinare con uno spazzolino a setole morbide. Rimuovere le cuticole morte stimola infatti il rinnovamento cellulare.