Il croup è un disturbo comune, caratterizzato da stridore durante la respirazione e da una tosse abbaiante. Colpisce in particolare i bambini fra i 6 mesi e 3 anni di età, con maggiore frequenza nei maschi che nelle femmine, e si verifica soprattutto in autunno e inverno. La sua causa è ignota. Per la cura si consiglia l’umidificazione degli ambienti, ma sono utili anche la vitamina C, il massaggio dolce e i rimedi omeopatici. Per i casi più gravi si ricorre ai corticosteroidi.

I SINTOMI DEL CROUP

  • Tosse abbaiante, che può aggravarsi la sera
  • Stridore nella respirazione, soprattutto nelle fasi di inspirazione
  • Raucedine, che si nota soprattutto quando il bambino piange
  • Generalmente i sintomi sono lievi, ma talvolta insorgono gravi difficoltà di respirazione.

FATTORI PREDISPONENTI

  • Infezione delle vie aeree superiori.

LE CAUSE DEL CROUP

Il croup  e insorge 1-2 giorni dopo la comparsa dei sintomi del comune raffreddore (scolo nasale). Provoca attacchi in cui la trachea si restringe, limitando l’afflusso d’aria nei polmoni. Il respiro diviene stridulo e compare una tipica tosse abbaiante. La maggior parte dei bambini guarisce completamente in una settimana, ma la condizione può ripresentarsi fino a 5 anni, quando le vie aeree, divenute più ampie, sono meno soggette a collassare in risposta un’infezione virale.

COME AIUTARE IL BAMBINO

Misure utili ad alleviare i sintomi del croup:

  • far bere abbondantemente il bambino.
  • Se aumentare l’umidità nella sua camera con 1 umidificatore con recipiente di acqua bollente (fate attenzione che non lo tocchi), oppure creare un’atmosfera molto umida nel bagno e tenervelo temporaneamente. L’aria umida allevia la congestione e il disagio, riducendo la frequenza degli attacchi di tosse.
  • Massaggiare il torace del piccolo con olio di eucalipto e lavanda.
  • Talvolta è efficace fargli respirare aria fresca all’esterno per qualche minuto.

IMPORTANTE: Nei casi gravi, il croup  provoca difficoltà della respirazione, che diventa rapida e affannosa. In mancanza di ossigeno, le labbra e la lingua del bambino possono assumere una colorazione bluastra (cianosi). In questi casi, chiamare l’ambulanza.

TERAPIE CON LA MEDICINA CONVENZIONALE

  • Corticosteroidi:  talvolta il medico prescrive dei corticosteroidi orali coppe inalazione allo scopo di alleviare lo stato infiammatorio. Se i sintomi sono gravi, è necessario ricovero ospedaliero.

TERAPIA NUTRIZIONALE

  • Integratori di vitamina C: le risultanze delle ricerche sono controverse, ma la vitamina C può aiutare a ridurre i sintomi e la durata delle infezioni virali. Tra i bambini di almeno 1 anno si può somministrare 1 g di vitamina C al giorno, diviso in 3 o 4 dosi da sciogliere in una bevanda. Se la terapia provoca scariche intestinali, ridurre il dosaggio fino alla completa scomparsa del sintomo.

BODYWORK

  • Massaggio: con massaggio delicato aiuta  a rilassare la muscolatura attesa del torace e della gola e a facilitare la respirazione.

OMEOPATIA

  • Aconitum, spongia ed Hepar Sulfuris: L’omeopatia cura il croup  da oltre 150 anni con la sequenza di questi 3 rimedi, da somministrare nella diluizione 30CH. Si pongono 3 granuli sotto la lingua del bambino, eventualmente dopo averli frantumati sia molto piccolo. I rimedi omeopatici vanno sciolti in bocca o masticati, e non ingeriti interi. Si somministrano Aconitum  ogni mezz’ora e Spongia o Hepar sulphuris ogni ora.