E’ un disturbo piuttosto diffuso nei lattanti, la cui pelle coperta dal pannolino si infiamma. Il rimedio migliore è la prevenzione: curare con scrupolo l’igiene della pelle e mantenerla asciutta, cambiare spesso pannolino e applicare una crema idrorepellente dei primi segni di arrossamento. In caso di candidosi, si ricorre a una pomata antimicotica; sono utili anche i probiotici e la terapia omeopatica.

I SINTOMI DELL’ERITEMA DA PANNOLINO

  • Arrossamento della regione cutanea coperta dal pannolino (ma non nelle pieghe della pelle).
  • Talvolta eritema squamoso simile alla crosta lattea, ma localizzato nella zona coperta dal pannolino.

FATTORI PREDISPONENTI

  • Cambio dei pannolini non abbastanza frequente.

FATTORI SCATENANTI

  • Irritazione della pelle sensibile a causa dell’ammoniaca contenuta nelle urine.
  • Sensibilità alimentari.
  • Infezione da Candida che provoca arrossamento nelle pieghe della pelle non a contatto con l’urina.

CAUDE DELL’ERITEMA DA PANNOLINO

Il disturbo insorge quando l’ammoniaca contenuta nelle urine e nelle feci irrita la pelle delicata della zona coperta dal pannolino. Si aggrava se quest’ultimo non viene cambiato con frequenza o se non si provvede a pulire accuratamente la pelle a ogni cambio. Talvolta può essere provocato o aggravato dai profumi contenuti nei prodotti per la cura del bambino o i detersivi per il bucato. Se si sviluppa in zone che non sono direttamente a contatto con il pannolino sporco, per esempio le pieghe della pelle delle gambe, può essere dovuto a candidosi.

COME AIUTARE IL BAMBINO

Misure utili per prevenire e curare l’eritema da pannolino:

  • Cambiare pannolino almeno 8 volte al giorno. Detergere con cura la pelle usando acqua (non salviette profumate) e asciugarla perfettamente.
  • Ai primi segni di arrossamento, applicare una crema idrorepellente a base di zinco, olio di ricino, camomilla o calendula.
  • Lasciare il più possibile il bambino senza pannolino ed esporre la zona affetta la luce solare per breve tempo.

MEDICINA CONVENZIONALE

Se l’eritema non scompare nel giro di alcuni giorni bisogna portare il bambino dal medico, il quale, nel caso di una candidosi, può prescrivere una pomata antimicotica. Talvolta, per ridurre l’infiammazione, si prescrive anche una pomata leggera con corticosteroidi.

TERAPIA NUTRIZIONALE

Nel periodo dello svezzamento, l’eritema da pannolino può essere dovuto anche a sensibilità nei confronti di particolari alimenti. Alcuni bambini sono intolleranti al latte vaccino.

I probiotici assunti dalla madre che allatta al seno o somministrati al bambino possono alleviare l’eritema causato dall’infezione da Candida.

OMEOPATIA

Si utilizzano gli stessi rimedi omeopatici impiegati per la cura di altre dermatiti, per esempio Rhus toxixodendron, Sulphur e Calcarea carbonica, in diluizione 6CH. Si frantumano un paio di granuli e se ne somministra una piccola quantità al bambino, ponendola asciutta sulla lingua, 3 volte al giorno, almeno 10 minuti prima o dopo la poppata. I rimedi non sono disponibili in forma di pomata.