Non esiste un’unica dieta del minestrone, ma ci sono più versioni leggermente differenti. Alcuni libri di scrittori anonimi hanno documentato diverse varianti di questo semplice programma di dieta molto restrittiva, che sorprendentemente è sopravvissuta alla prova del tempo. Infatti, mangiare un piatto di minestrone, insieme a pochi altri alimenti a basso contenuto calorico, per una settimana intera, porta sicuramente ad una rapida perdita di peso, tuttavia, poiché le scelte alimentari sono così limitate e l’apporto calorico così basso, noia ed inadeguata nutrizione sono inevitabili.

CHI HA INVENTATO LA DIETA DEL MINESTRONE?
La dieta del minestrone è stata descritta da alcuni storici della cultura popolare come un buon esempio di leggenda urbana, trasmessa da persona a persona tramite il passaparola. Le leggende urbane sono spesso storie o aneddoti, la chiamiamo “disinformazione ampiamente accettata.” Nessuno sembra sapere quando la dieta del minestrone sia stata formulata per la prima volta o l’identità del suo autore, potrebbe avuto origine intorno al 1950, ma può risalire anche a un periodo precedente. Esiste in circolazione una ricetta risalente alla Prima Guerra Mondiale (1914-1918), quando i soldati americani combattenti in Francia avevano poche verdure disponibili. La dieta del minestrone fu ripresa nei primi anni 1980 come regime alimentare seguito dalle hostess di volo, che dovevano rientrare in rigorosi canoni di peso per mantenere il loro lavoro. Ricompare poi a metà degli anni 1990, quando i mass media resero facile alle persone trasmettere copia della dieta ad amici e colleghi di lavoro. La dieta è stata pubblicata anche su riviste e si è diffusa in associazioni di salute, nei reparti di cardiologia degli ospedali e in numerosi centri medici, che presumibilmente la prescrivevano ai pazienti in sovrappeso per prepararsi per la chirurgia cardiaca perdendo velocemente peso prima dell’operazione.

COME FUNZIONA LA DIETA DEL MINESTRONE
La dieta del minestrone non è in alcun modo un piano individualizzato. Non ci sono raccomandazioni sull’esercizio fisico, nessun suggerimento di comportamento, nessun consiglio su come cambiare le cattive abitudini, solo un elenco rigoroso di cosa mangiare in ogni giorno della settimana. I pasti devono essere consumati a casa, perché gli alimenti prescritti non si trovano nei menu della maggior parte dei ristoranti. Questo piano dieta promette una perdita di peso di 4 chili in una settimana, e deve essere seguita soltanto per una sola settimana alla volta. Se si desidera perdere maggiore peso, si consiglia di attendere qualche tempo prima di iniziare un’altra settimana di questa dieta super-ipocalorica.