E’ stato di recente, andando alla ricerca di una Spa che offrisse trattamenti di idroterapia a Londra, che ho notato che sempre più strutture offrono anche la vasca di deprivazione sensoriale (in inglese flotation pool).

COS’E’ LA VASCA DI DEPRIVAZIONE SENSORIALE

La vasca di deprivazione sensoriale è una vasca che contiene acqua tiepida ad alto contenuto salino nella quale ci si immerge, di solito al buio e da soli, nella quale si rimane a galleggiare per una mezz’ora, con una totale privazione sensoriale. Il sale contenuto nell’acqua aiuta il galleggiamento, cosicché la persona non è costretta a muoversi per stare a galla, e anzi, può completamente rilassarsi e lasciarsi andare a uno stato in cui il corpo viene completamente annullato, o se vogliamo riportato allo stato prenatale di feto, come se fossimo ancora nel grembo materno. Nella vasca, infatti, si è da soli ed in totale assenza di stimoli esterni. Non v’è luce, non vi siono suoni al di là di quelli prodotti dalla persona stessa, ed il corpo è completamente avvolto dall’acqua, in una sorta di bolla protettiva.

SPAZIO ALLA MENTE

In questo modo si può sperimentare la sensazione di essere privi di un corpo e si viene lasciati in compagnia della propria mente, che è libera di vagare e di straniarsi, di rilassarsi e di svuotarsi completamente. Chi prova la deprivazione sensoriale, insomma, viene portato a uno stato che è molto simile a quello del sogno, solo ad uno stato cosciente.

Ottimo come trattamento contro lo stress, ma anche come esperimento che aiuta a capire il proprio corpo e la propria mente… dopo cadrete in un sonno molto profondo. Da provare!