La Kinesiologia è un metodo di mantenersi in buona salute tramite il corretto funzionamento dei nostri muscoli. La Kinesiologia, infatti, si basa sull’assunto che ogni muscolo sia connesso ad una specifica parte del nostro corpo così come il sistema digerente, la circolazione sanguigna e specifici organi; pertanto, se un muscolo non sta funzionando correttamente questo causerà un problema nella relativa parte del corpo ad esso associata.

Il termine Kinesiologia deriva infatti dal greco Kinesis, che sta per “movimento”. La Kinesiologia è nata nel 1964, sviluppata da un chiropratico di nome George Goodheart. Goodheart, nel trattare un paziente se aveva un dolore acuto alla gamba, capì che passaggiando un muscolo particolare nella coscia del paziente, il dolore diminuiva e il muscolo si rafforzava. Sebbene usasse lo stesso metodo su muscoli diversi, però, i risultati cambiavano.

Precedenti ricerche di un osteopata di nome Chapman, nel primi anni del 1900, indicavano che c’erano dei punti di pressione ben definiti nel corpo che si collegavano ai muscoli e, se massaggiati, la linfa sarebbe stata in grado di fluire in modo più fluido attraverso il corpo. Usando questi punti di pressione Chapman riuscì a scoprire quali punti fossero collegati a ciascun muscolo umano.

Goodheart riprese poi il lavoro di Chapman, unendolo anche alle ricerche di un osteopata di nome Terence Bennett e scoprì che bastava una pressione di pochi secondi con in dito in questi punti di pressione per aumentare la resistenza e la forza muscolare di una persona. Da questi presupposti e dallo studio successivo dell’agopuntura cinese, è nato il massaggio della Kinesiologia per curare qualsiasi condizione.