Sono ben note le conseguenze che può portare una dieta a base di junk food (cibo spazzatura), anche se, purtroppo continua ad essere abbondantemente consumato in tutto il mondo.

Una delle conseguenze principali dell’assunzione incontrollata di cibo spazzatura è sicuramente l’obesità, con tutti i danni che comporta per l’organismo, come le malattie cardiache, il colesterolo o il diabete.

Da una nuova ricerca, che è stata pubblicata in questi giorni dalla rivista PLoS One, è stato dimostrato, inoltre, che questo cibo fa più male di una dieta con un alto contenuto di grassi animali, un altro alimento che viene sconsigliato per avere un’alimentazione sane.

Lo studio è stato condotto dai ricercatori della Duke University, negli Stati Uniti, che ha messo a confronto una dieta sana e bilanciata con una dieta a base di grassi animali (lardo, strutto e simili) e con una composta in prevalenza da junk food, come hamburger, patatine e snack confezionati.

Analizzando gli effetti delle diverse diete su un gruppo di volontari, abbiamo scoperto che la dieta in cibo spazzatura causa un maggior rischio di infiammazione dei tessuti grassi nel corpo umano, un effetto collaterale tipico dell’obesità. L’effetto di infiammazione era anche più alto rispetto a quello provocato dalla dieta ricca in grassi animali.