La pressione è troppo bassa quando il risultato della misurazione è inferiore a 100 mmHg per la massima e a 60 mmHg per la minima. L’ipotensione si manifesta principalmente con fastidiose sensazioni di debolezza e carenza di concentrazione, dovute alla difficoltà con cui il sangue e l’ossigeno in esso contenuto possono raggiungere le diverse parti del corpo, in particolar modo quelle più lontane dal cuore.

CHE FARE IN CASO DI IPOTENSIONE

Un rimedio per chi avverte veri malori in seguito a un’emozione o altro è bere un bicchiere d’acqua! Per aumentare l’effetto del bicchiere d’acqua, è possibile aggiungere un pizzico di sale: aiuta ad aumentare la pressione sanguigna.

RIMEDI ERBORISTICI

  • Eleuterococco: si consiglia di assumere 2 capsule di estratto secco al giorno per 2-3 mesi consecutivi.
  • Liquirizia: al bisogno, utilizzare il succo puro di liquirizia in tronchetti (i bastoncini legnosi di liquirizia non hanno effetto sulla pressione sanguigna).
  • Genziana: assumere 20-30 gocce di tintura madre, 2-3 volte al giorno, per 2 mesi. In alternativa, è possibile utilizzare con le stesse modalità della genziana, la tintura madre di cardo mariano.

INTEGRATORI

  • Calcio e magnesio, 20 gocce in acqua, 2-3 volte al giorno. Sostiene la pressione sanguigna.
  • Manganese, 1 fiala la mattina a digiuno. Puoi associarlo a rame-oro-argento, una dose 3 volte alla settimana.

OMEOPATIA
Pulsatilla è il rimedio indicato quando il soggetto che soffre del disturbo sviene entrando in stanze calde. Bryonia è invece utile in presenza di vertigini soprattutto mattutine, aggravate dal movimento improvviso del capo, spesso associate a dolore alla testa e al collo. Il rimedio prescelto va assunto alla 5CH, nella dose di 3 granuli, 2-3 volte al giorno, per periodi di 10-15 giorni.

[Dubbi sull'omeopatia? Leggi qui le nostre FAQ.]

AROMATERAPIA

Sono adatti gli oli essenziali di issopo, rosmarino, salvia, timo, 10 gocce da aggiungere a 30 ml di olio per massaggi, oppure da versare diluite in 1 cucchiaio di miele nell’acqua calda del bagno.

FIORI DI BACH

  • Clematis – È indicato nei casi di perdita di interesse alla vita e stato di confusione mentale.
  • Honeysuckle – Per la nostalgia e rimpianto del passato.
  • Olive – Viene prescritto in caso di estrema stanchezza ed esaurimento.
  • Star of Bethlehem – In caso di tristezza cronica, che porta il soggetto chiudersi in se stesso.
  • Wild Rose – Per quelle persone che manifestano 1 senso di rassegnazione e apatia.
  • Willow – Per il risentimento e l’autocommiserazione.

Dosi in ogni caso: 4 gocce del rimedio prescelto 4 volte al giorno.

[Attenzione: le dosi e le formule consigliate sono frutto di combinazioni che possono variare a seconda della condizione soggettiva e la loro efficacia dipende dalla sensibilità personale del paziente. Prima di procedere con l'inizio di una cura, se non siete già esperti, consultatevi con un naturopata, un erborista o un omeopata di fiducia che si accerti che non vi siano controindicazioni alla cura. Se il problema persiste o se i sintomi peggiorano, rivolgetevi subito a un medico.]