Ipertensione, diabetecolesterolo alto e anoressia: secondo un’indagine svolta dalla Società italiana di pediatria, queste malattie che in genere venivano identificate in una fascia di pazienti adulta ora sembra essere in crescita anche tra i bambini.

Basti pensare che ad oggi il 23% dei bambini tra gli 8 e 9 anni risulta essere sovrappeso mentre addirittura circa il 12% sarebbe obeso: la causa principale di questo fenomeno decisamente allarmante sarebbe infatti da ricercare un uno stile di vita non proprio consono per i più piccoli, i quali spesso optano per un’alimentazione non sana e svolgono poco esercizio fisico.

Secondo quanto emerso dall’immagine, il 4% degli alunni alle elementari soffrirebbe di pressione alta (ipertensione): una condizione che può essere causata da più fattori come infatti il cibo (magari troppo salato) e una carente attività fisica ma ad aumentare il rischio può essere anche – come emerso da uno studio statunitense –  un uso eccessivo di internet, specie nella fascia che va dai 10 e 14 anni.

In aumento anche i casi di diabete di tipo 2, che in genere colpisce una volta raggiunta l’età adulta: anche in questo caso la causa può essere ricercata in un’alimentazione scorretta e una scarsa attività fisica.

Altri due fenomeni da tenere strettamente sotto controllo sono anoressia e bulimia: i primi sintomi, infatti, sembrano iniziare a sorgere anche nelle piccole pazienti da 6-7 anni le quali, come dichiarato dalla psichiatra Laura Dalla Ragione, tendono a rifiutare il cibo e a nasconderlo, per non parlare del loro rapporto con lo specchio.