Agosto, dieta mia non ti conosco!
In questo periodo è difficile, e a ben vedere anche assurdo, stare a dieta. La vacanza è per definizioe il momento della libertà e della trasgressione e lasciarsi andare, anche a tavola, è giusto e salutare.

Purché, ovviamente, la cosa non si traduca in un aumento di peso che cancelli i tanti sacrifici fatti per arrivare all’estate in forma, portandoci a strippare nel costume prima ancora della fine delle vacanze. In genere il fatto di muoversi di più, le passeggiate in montagna o le nuotate in mare, riescono a controbilanciare, almeno in parte, le licenze dietetiche, ma se non basta serve qualche accortezza in più.

Un buon metodo per concedersi di tutto, senza eccessivi effetti collaterali, potrebbe essere quello di limitare le porzioni. Ecco alcune utili strategie per riuscirci.

  • Iniziate il pasto con un’insalata in modo da calmare la fame prima che entrino in scena piatti più calorici.
  • Se siete al ristorante e c’è un bouffet antipasti, servitevi privilegiando verdure e insalate di mare. Avrete in più anche il vantaggio di avere qualcosa di alternativo al pane e ai grissini da mettere sotto i denti in attesa di essere serviti.
  • Non negatevi qualche piatto ricco e appetitoso, ma accordatevi con un altro commensale per fare a metà: potreste per esempio ordinare un piatto sano e uno godurioso e poi dividerveli.
  • L’alternativa è quella di farsi dare un contenitore di alluminio (o portarsi un contenitore da casa) e trasferirci metà del cibo da portare via per il giorno dopo, ma ci vuole una certa faccia tosta.
  • È utile anche orientarsi sul “piatto unico” che in genere accoppia una mezza porzione di riso o altro alimento ricco di carboidrati e una mezza porzione di cibo proteico.
  • A casa, evitate i piatti di portata ma servite il cibo direttamente nei piatti individuali, in modo da non eccedere con le quantità e non avere la tentazione di servirsi un bis.
  • È utile disporre le pietanze con cura ed eventualmente ricorrere a decorazioni di cruditè o altro per creare una sensazione di pienezza del piatto. Oppure optare per piatti da frutta, più piccoli.
  • In mezzo al tavolo potete invece mettere una bella ciotola di verdura da pinzimonio: finocchi, sdano, carote, ravanelli, peperoni, cetrioli, carciofi… Sono perfetti per compensare la riduzione delle porzioni con un apporto calorico limitato e un elevato indice nutrizionale. Sembra tra l’altro che il rumore prodotto dai cibi che scrocchiano sotto i denti aiuti a raggiungere il senso di sazietà (leggi)
  • Se avete l’abitudine di sgranocchiaere davanti alla televisione, trasferite una giusta quantità di cibo in un piatto e lasciate il resto della confezione in cucina

LEGGI ANCHE

Tapping per dimagrire: durante le vacanze non ce la fai a stare a dieta? Prova a picchiettarti

Col caldo attenti alla birra: sembra fresca e dissetante, ma ha effetti disidratanti

photo credit: Prc74 via photopin cc