Abbiamo visto i rimedi di primo soccorso per le allergie e le intolleranze alimentari. Ecco ora alcuni rimedi naturali aggiuntivi per curare i sintomi di questi fastidi alimentari. I più efficaci si trovano in campo fitoterapico (le erbe) con i macerati glicerici e con alcuni integratori mirati. Vediamoli.

RIMEDI FITOTERAPICI

Il macerato glicerico più adatto  è quello del noce, Juglans regia. È utile nel trattamento dei disturbi dell’intestino ed è adatto anche per trattare problemi di pelle, mucose, pancreas e ghiandole linfatiche.

Possono essere indicati anche i macerati glicerici preparati con le gemme del fico, Ficus carica, e del faggio, Fagus sylvatica. Le gemme fresche del fico riequilibrano il ritmo biologico alterato dallo stress (spesso agente scatenante delle intolleranze) e sono il più importante rimedio per i disturbi e le malattie di origine psicosomatica legate all’apparato digerente. Le gemme fresche del faggio favoriscono invece la diuresi e la funzionalità renale; stimolano le naturali difese immunitarie.

Per riequilibrare il sistema immunitario, sono adatte le gemme fresche del ribes nero, Ribes nigrum: trasformate in macerato glicerico, agiscono soprattutto sulle ghiandole surrenali stimolandole al rilascio di sostanze antinfiammatorie, antiallergiche e anti-intolleranze.

I macerati glicerici vanno assunti con un po’ di acqua minerale naturale 10-15 minuti prima o dopo i pasti. Per favorire l’assorbimento dei principi attivi, sorseggiate lentamente il liquido, oppure trattenetelo per 1 minuto circa in bocca. La posologia dovrebbe essere valutata dal terapeuta caso per caso. Tuttavia, per le persone fino a settant’anni si consigliano 50-150 gocce al giorno; oltre settant’anni e per gli adolescenti 25-100 gocce; per i bambini, a partire dai 2 anni, 20-60 gocce. Per i bambini più piccoli si consigliano 1-15 gocce, da somministrare sotto il controllo del medico.

INTEGRATORI

  • Olio di ribes nero, 1 o 2 perle al giorno, per 20 giorni al mese, per un minimo di 3 mesi. Favorisce la desensibilizzazione dell’organismo.
  • Vitamina B6 e B8, 1 o 2 compresse al giorno, per un periodo minimo di 3 mesi. Risolvono problemi di lieve ipersensibilità.
  • Uova di quaglia, 1-2 compresse al giorno per almeno 1 mese. Efficace terapia desensibilizzante.
  • Fermenti lattici, 1-2 compresse o bustine al giorno. Riequilibrano la flora batterica.
  • Manganese-rame, 4 fiale alla settimana per almeno 1 mese, da ripetere 4 volte all’anno. Da usare come efficace rimedio preventivo.

[Attenzione: I rimedi naturali e omeopatici indicati in questi articoli non sono da intendersi come cure medicinali: le dosi e le formule consigliate sono frutto di combinazioni che possono variare a seconda della condizione soggettiva e la loro efficacia dipende dalla sensibilità personale del paziente. Prima di procedere con l'inizio di una cura, se non siete già esperti, consultatevi con un naturopata, un erborista o un omeopata di fiducia che si accerti che non vi siano controindicazioni alla cura. Se il problema persiste o se i sintomi peggiorano, rivolgetevi subito a un medico.]