Un caso che ha davvero dell’incredibile arriva dall’ospedale Henri-Mondor di Créteil in Francia: un delicatissimo intervento alla tiroide per via di un bruttissimo tumore poteva rovinare per sempre la sua bellissima voce.

Stiamo parlando di Alama Kanté, una cantante professionista di 31 anni specializzata in musica tradizionale africana, affetta da un tumore alla paratiroide. Proprio per questo, e sotto richiesta della cantante che voleva mantenere la sua voce intatta, i medici hanno scelto di utilizzare un metodo alquanto insolito (mai sperimentato prima d’ora se non sulla donna) quanto rischioso: questi hanno chiesto alla donna di cantare durante l’intervento per far si che le sue corde vocali si attivassero stando così attenti che queste ed i suoi nervi non venissero danneggiati dal passaggio del bisturi.

Per Alama era indispensabile mantenere il suo tono di voce e, per questo motivo, non è stata sottoposta ad anestesia ma, dato che sopportare il dolore durante l’intervento in piena coscienza era alquanto impossibile, è stata ipnotizzata. La stessa ha dichiarato infatti di sentire dolore ma era come se stesse sognando e come se non fosse lì al momento. La stessa ha poi raccontato la sua storia a due mesi dall’intervento in una conferenza stampa e, secondo quanto dichiarato dai medici, si è totalmente ripresa e a breve tornerà a cantare sia dal vivo che in sala di registrazione.