Decidere di interrompere una gravidanza richiede una riflessione accurata e una grande forza da parte di tutte le donne. A tal proposito negli ultimi mesi sta circolando sul web un video che ha creato molte polemiche e che tocca proprio quest’argomento, probabilmente ancora troppo delicato per poter essere trattato sui social network, specialmente negli Stati Uniti dove l’aborto è materia di fortissimi scontri politici. Emily Letts è la protagonista delle tante discussioni che si sono create attorno al video che la giovane ragazza del New Jersey ha pubblicato su YouTube. Le immagini, secondo alcuni degli spettatori troppo forti, riguardano il momento in cui la 25enne ha abortito. Ecco le immagini.

E’ stata la stessa Emily a organizzare le riprese del suo intervento. Sul suo canale di YouTube scrive che “questa è la mia storia, niente di più, niente di meno”. La ragazza non pretende che tutti la pensino come lei e non vuole convincere nessuno che l’aborto sia una scelta sempre giusta (leggi qui in cosa consiste l’interruzione di gravidanza). Tutto quello che ha fatto Emily lo ha fatto per se stessa e ha deciso di filmare questo momento così delicato per dimostrare che l’aborto non è una procedura pericolosa e non comporta pericoli in vista di future gravidanze. A termine del filmato Emily si mostra sorridente e felice: “potrò ancora avere figli, potrò ancora essere felice. Non mi sento una persona cattiva. Questa scelta l’ho fatta io, per me stessa”.

Sono immagini che certamente fanno discutere, nonostante la ragazza abbia deciso di non riprende l’intervento chirurgico vero e proprio ma solo il suo viso. Sul web sono stati tanti i blogger, specialmente quelli di centro-destra, che hanno attaccato la Letts definendola come “una strega” o “una macellaia”. Emily non è restata indifferente a queste accuse e, nonostante fosse consapevole delle polemiche che il suo video avrebbe fatto nascere, si è difesa su Cosmopolitan, dove ha dichiarato: sapevo di non essere pronta per prendermi cura di un bambino. Sapevo che quanto stavo facendo era la scelta giusta. Era la cosa giusta per me e per nessun altro”. Tanti, però, sono stati i messaggi di supporto che ha ricevuto sui social: “in tanti si sono dimostrati incredibilmente d’aiuto. Gente con cui non avevo mai parlato ha cominciato a scrivermi le proprie storie d’aborto”

photo credit: FRANCESCA … via photopin cc