Nella definizione di insonnia, all’aspetto di insufficiente durata e continuità del sonno, deve essere associato di insoddisfacente qualità del sonno. L’insonnia può presentarsi come difficoltà ad addormentarsi, risveglio frequente durante la notte o risveglio anticipato nelle prime ore del mattino. In riferimento alle possibili cause, si parla di insonnia primaria, priva di cause riconoscibili ma che potrebbe essere comunque riconducibile, in massima parte, ad ansia, depressione, paura, eccitazione, e di insonnia secondaria, che può avere cause sia fisiche sia psichiche, come malattie cardiocircolatorie e problemi digestivi.

CHE FARE IN CASO DI INSONNIA

Cercate di rispettare il vostro ritmo del sonno e privilegiate un’alimentazione equilibrata. Riducete gli eccitanti (caffè, tè, vitamina C…) e limitate le attività stimolanti di sera, come lo sport, i videogiochi e il computer.

RIMEDI OMEOPATICI PER l’INSONNIA

Va innanzitutto detto che la presa in carico da parte del farmacista riguarda soltanto i disturbi del sonno passeggeri. Un buon sonno si prepara tenendo sotto controllo lo stress durante il giorno, ed è per questo motivo che la prescrizione omeopatica è distribuita nell’arco della giornata.

Quando l’insonnia è dovuta e causata dall’intolleranza al minimo rumore, usate Theridion. Se l’insonnia è dovuta a cattive notizie in persone depresse che cambiano facilmente umore, Ignatia amara è più indicata. Per chi non riesce a prendere sonno e ha incubi non appena chiude gli occhi, è utile Belladonna.

Tutti i rimedi vanno assunti alla 9CH, nella dose di 3 granuli, la sera poco prima di coricarsi.

Una tipica prescrizione in farmacia può essere di questo tipo: sistematicamente in caso di insonnia, Passiflora composé (5 granuli prima di coricarsi da ripetere durante la notte, se necessario) più Bioptipum S-Stress (2 compresse al mattino e 2 la sera, da assumere con acqua o triturate in alimento semiliquido (yogurt, miele, confettura…). A queste due prescrizioni, a seconda del proprio caso, si aggiungerà una delle seguenti:

  • In caso di forte stress, Datif PC (2 compresse 3 volte al giorno)
  • In caso di evento stressante specifico, Gelsemium 15CH + Ignatia 9CH (5 granuli di ognuno al mattino a digiuno e la sera prima di coricarsi; più spesso se necessario)
  • In caso di iperideazione, ovvero incapacità di sgombrare la mente dai pensieri, Coffea cruda 9CH (5 granuli prima di coricarsi; da ripetere durante la notte, se necessario).

E nel bambino? Sono utili Quietalia sciroppo (1 cucchiaio-misurino mattino e sera, a partire da un anno di età), oppure, in caso di panico o stress, Gelsemium 15CH + Ignatia 9CH (5 granuli di ognuno al mattino a digiuno e la sera prima di coricarsi; più spesso se necessario).

AROMATERAPIA

Ponete un erogatore d’aromi nella camera da letto con un poco d’acqua e una goccia per ognuno dei seguenti oli essenziali: lavanda, camomilla romana e ylang ylang. Questi oli essenziali, miscelati con un poco di olio di mandorle dolci, sono indicati anche per massaggi rilassanti.

FIORI DI BACH

  • Agrimony: Insonnia dovuta a un eccesso di pensieri.
  • Elm: Insonnia dovuta a responsabilità eccessive.
  • Willow: Insonnia dovuta al rancore.
  • White Chestnut: Insonnia che si presenta generalmente nelle prime ore del mattino.

Dosi in ogni caso: 4 gocce del rimedio prescelto per 4 volte al giorno.

[Attenzione: le dosi e le formule consigliate sono frutto di combinazioni che possono variare a seconda della condizione soggettiva e la loro efficacia dipende dalla sensibilità personale del paziente. Prima di procedere con l'inizio di una cura, se non siete già esperti, consultatevi con un naturopata, un erborista o un omeopata di fiducia che si accerti che non vi siano controindicazioni alla cura. Se il problema persiste o se i sintomi peggiorano, rivolgetevi subito a un medico.]