Risulta alquanto normale, specie durante periodi di stress, di soffrire d’insonnia: le troppe preoccupazioni, specie per il lavoro, possono far innescare degli stati d’ansia e agitazione che non permettono di dormire dei sonni tranquilli trascorrendo le notti in bianco o in dormiveglia, non dormendo completamente o svegliandosi ad ogni ora. Una situazione che va a minare anche il benessere nell’arco della giornata.

Per questo motivo esistono molti modi per ritrovare il sonno, il benessere e le energie: prima di ricorrere alle classiche cure con terapie medicinali e sedute da figure competenti è sempre consigliato iniziare a dare un’opportunità ai rimedi naturali, che vanno dai semplici e piccoli accorgimenti sulla dieta quotidiana, alle tisane ed infusi con le erbe e molta attività fisica e tecniche di respirazione. Per questo motivo, quindi, ecco alcuni tra i consigli e i rimedi naturali migliori.

Abitudini alimentari

Anche dei piccoli accorgimenti nella propria dieta quotidiana possono aiutare a combattere l’insonnia. Per questo viene sempre consigliato di consumare cibi leggeri aumentando l’apporto anche di cibi ricchi di vitamine B1 (contenuta in carni suine, uova, cereali e legumi), B6 (noci e cereali integrali) e soprattutto magnesio (contenuto in alimenti come mandorle, noci, nocciole, e ancora crusca e cibi integrali)

Da cercare di evitare, invece, gli alcolici perché, se in un primo momento possono indurre sonnolenza possono verificarsi dei casi, invece, in cui ci si svegli durante il sonno. Lo stesso vale per bevande eccitanti come tè, caffè e ginseng, specie nei momenti prima di andare a dormire e ancora cibi troppo complessi che richiedono una lunga digestioni e carboidrati come la pasta da bandire, invece, per la cena.

Per favorire al meglio la digestione è sempre meglio non sdraiarsi o andare a dormire appena finito di mangiare.

Tisane e infusi

Tra gli innumerevoli rimedi naturali si possono utilizzare piante o fiori che favoriscono un’azione ipnotico-sedativa e possono essere assunte sotto forma di infusi o tisane. Prima su tutti, uno dei rimedi più utilizzati e conosciuti è la camomilla: la pianta, dotata di proprietà sedative – grazie ai flavonoidi -, permetterà di rilassarsi e grazie ad alcune sue componenti andrebbe anche ad agire su alcuni ricettori del cervello quasi allo stesso modo di alcuni farmaci specifici come il Valium. Ma oltre a rilassare e a combattere stati d’ansia la camomilla risulta efficace per problemi con la digestione, disturbi gastrici e dolori mestruali. Per un effetto maggiore si può unire anche un po’ di lavanda, la cui essenza favorirebbe il relax ed il sonno. Per questo motivo quest’ultima spesso viene utilizzata sotto forma di spray (con dieci gocce diluete con acqua e bicarbonato) da spruzzare sul cuscino prima di andare a dormire.

Anche la passiflora può risultare efficace per contrastare il disturbo grazie alle sue proprietà ansiolitiche e sedative e ritrovare così un modo per dormire rilassati. Anche questo rimedio risulta ottimo se assunto come tisane e infusi. Anche questo ingrediente può essere associato ad altre piante con gli stessi benefici per esempio la camomilla.

Tra le altre piante efficaci ci sono anche la melissa – grazie alle sue proprietà antispastiche e sedative – l’escolzia – con effetti sedativi, rilassanti e analgesiche che favoriscono il sonno -  e ancora tiglio – con proprietà ansiolitiche e rilassanti -, biancospino – con proprietà sonnifere che aiutano non solo ad abbassare la pressione sanguigna ma anche un eventuale aumento del battito cardiaco ma è da utilizzare sotto controllo medico – e valeriana: quest’ultima in particolare- ricca di olii essenziali e acido valerianico – risulta efficace grazie alle sue proprietà ipnotiche e rilassanti per il sistema nervoso centrale.

Un altro aiuto naturale per combattere può arrivare dal magnesio orotato che altro non è se non un sale di magnesio complessato con la vitamina B13 (acido orotico).

Attività fisica e tecniche di rilassamento

Uno tra i rimedi più comuni per contrastare l’insonnia è praticare quotidianamente dell’attività fisica e delle tecniche rilassamento.

Fare sport è essenziale per rilasciare le tensioni e scaricare l’energia così da ritrovarsi stanchi a fine giornata riuscendo a dormire pacificamente. Questo può andare dai tipici esercizi in palestra alle lunghe corse all’aria aperta e camminate veloci: in molti però ricorrono all’aiuto dello yoga che va a garantire due risultati con un solo esercizio perché oltre a tonificare i muscoli del corpo vengono messe in atto delle tecniche di respirazione e di rilassamento essenziali per chi soffre di insonnia.

Lo yoga può essere fatto a qualsiasi ora della giornata, dalla mattina – con il saluto al sole – ma soprattutto la sera se si ha qualche difficoltà nell’addormentarsi.

photo credit: jessicalrone via photopin cc